Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vivere bene e a lungo: in città il convegno sulle nuove prospettive della medicina di genere

Più informazioni su

GROSSETO – “La promozione della salute in un’ottica di Medicina di genere – Approccio multidisciplinare e interdisciplinare per garantire equità ed appropriatezza in tema di salute” è il titolo del convegno promosso dalla Asl, aperto anche al pubblico, in programma venerdì prossimo 26 ottobre alla Sala Pegaso della Provincia a Grosseto con inizio alle 9.45, dopo i saluti delle autorità e della direzione aziendale.

“L’innovazione che l’Azienda sta portando avanti, come dimostra questo convegno, è la relazione tra Medicina di Genere, cioè legata alle differenze tra uomo e donna, e Promozione alla salute – spiega Claudio Pagliara, responsabile aziendale del Servizio Educazione alla salute – Due argomenti affatto scontati, anzi, è bene parlarne e diffonderli sia tra gli interni che tra i cittadini. E infatti il convegno è aperto a tutti. La medicina di Genere a volte viene erroneamente collegata al mondo femminile. In realtà non è così. E’ invece legata a doppio filo con le differenze tra i due generi, sotto tanti punti di vista che hanno molto a che fare con la salute. L’impegno della Asl è offrire uno sguardo innovativo su questo legame”.

La giornata prevede relazioni sui temi che ruotano intorno alla promozione della salute partendo da due punti di vista: come si crea salute e cosa possiamo fare per restare in salute più a lungo possibile. Tra gli argomenti che saranno affrontati, dopo l’introduzione di Vittoria Doretti (UOC Promozione ed Etica della salute), figurano “La promozione della salute in un’ottica di genere”, “Le risorse per la promozione della salute”, “La promozione della salute nei luoghi di lavoro”, “Le differenze della salute nei luoghi di lavoro”, “Idee che promuovono salute nell’oceano della cronicità”, “Genere e salute mentale”, “Differenza di genere in diabetologia”, “Il cuore della Medicina di Genere”, “Modello organizzativo a rete”, “L’Andrologia è stata una prima forma di medicina di genere?”, “Genere, metabolismo e alimentazione”, “Le differenze di salute correlate al genere nel comparto sanità”.

L’evento, che prevede crediti ECM, è organizzato dalla UOC Promozione e Etica della salute e da UOSD Codice Rosa – Salute e Medicina di Genere della Asl Toscana sud est, con il patrocinio della Provincia di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.