Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Telecamere negli asili: «Via libera alla proposta di legge dalla Camera»

GROSSETO – «La Camera dei deputati martedì 23 ottobre ha approvato la proposta di legge di Forza Italia per l’introduzione della videosorveglianza negli asili e nelle strutture di ricovero per anziani e disabili» ad annunciarlo è la deputata di Forza Italia, Elisabetta Ripani, cofirmataria del disegno di legge.

«È stata personalmente un’immensa soddisfazione vedere accendersi nel tabellone dell’Aula i 404 voti favorevoli contro 110 astenuti – spiega Ripani – un momento emozionante perché finalmente ho visto raggiunto un obiettivo al quale ho lavorato dall’inizio della mia carriera politica come capogruppo in Consiglio comunale a Grosseto. Da consigliera comunale e da deputata mi sono impegnata affinché il Governo si assumesse la responsabilità civile e morale di difendere i più fragili: penso alle famiglie dei bambini grossetani dell’Albero Azzurro e della scuola materna dove lavorava la suora indagata per maltrattamenti. Penso alle tante vittime di abusi in Italia, ai loro cari».

«Siamo e saremo sempre dalla loro parte, pronti a dare voce ai soggetti più deboli – prosegue Ripani – Non sarà una legge a cancellare il loro dolore, ma l’iniziativa permetterà di scongiurare altrettante sofferenze ad altre famiglie. Ricordo che la proposta di legge di Forza Italia, a prima firma della collega Calabria di cui sono cofirmataria, non solo tutela i bambini, gli anziani e i portatori di handicap, ma anche tutti quei professionisti, la quasi totalità, che con abnegazione ogni giorno svolgono il loro lavoro all’interno di asili e strutture sociosanitarie. La legge non vuole istituire un Grande Fratello dentro questi luoghi deputati alla formazione e alla cura, ma mira a creare un deterrente e a dare risposte immediate agli organi inquirenti, non dimenticando la formazione, fondamentale per mantenere alti gli standard di chi opera in tali strutture».

«I punti cardine della legge sono chiari – conclude la deputata – videosorveglianza sì, ma anche tutela della privacy di tutti i soggetti ripresi e percorsi formativi. Il voto della Camera rappresenta un momento importante per il Paese: abbiamo scritto una bella pagina della politica italiana. Adesso manca solo l’approvazione del Senato, ma sono certa che questo provvedimento diventerà presto legge dello Stato».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.