Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Farmacia comunale, De Luca contro Pecorini: «Ci sono altri immobili disponibili in vendita»

FOLLONICA – «Le accuse di incoerenza e disonestà le rimandiamo tranquillamente al mittente». E’ Francesco De Luca, presidente del consiglio comunale e consigliere di maggioranza, che, in un post sul suo profilo facebook, risponde all’assessore alla farmacia Andrea Pecorini.

«Siccome –scrive De Luca – mi si accusa sul sito del comune di Follonica di incoerenza e disonestà intellettuale, preciso due cose nel merito. I percorsi amministrativi, soprattutto quando sono meramente esplorativi, come nel caso della procedura di acquisto della farmacia comunale, non sono vincolanti e quindi si può tornare indietro, nel caso dovessero sopravvenire offerte più vantaggiose per il Comune (cioè i cittadini di Follonica) oppure, come abbiamo chiesto io e Francesco Aquino,rinviare il punto alla discussione del prossimo consiglio comunale per permettere un maggiore approfondimento esplorativo sul mercato immobiliare della zona in cui insite la farmacia. Quindi, le accuse di incoerenza e disonestà le rimandiamo tranquillamente al mittente».

Il presidente del consiglio comunale difende la scelta di aver voluto rinviare il punto sull’acquisto del fondo della farmacia comunale di via Litoranea alla prossima seduta. I dubbi sull’importo, secondo De Luca, meritano un ulteriore approfondimento.

«Nessuno si è mai espresso con certezza –ribadisce Francesco de Luca -, ma basta telefonare a qualche agenzia immobiliare per avere certezza delle ultime offerte (a meno che non vi siano in corso trattative private). Nel raggio di 50 metri ci sono almeno due immobili disponibili e in vendita. Basta chiamare e sentire. Sempre nel merito, non capisco cosa ci sia di strumentale, incoerente e disonesto a sospendere di qualche settimana la discussione sul punto, per avere maggiori chiarimenti tecnici».

«Al contrario – conclude – di quel che pensa di noi chi scrive sul sito del Comune, io e Francesco Aquino crediamo nell’onestà intellettuale del CdA della Farmacia, a cui chiediamo di non dimettersi, dei funzionari, del sindaco e della giunta, ma vogliamo vederci un po’ più chiaro sul punto, sempre nel merito e nell’interesse esclusivo di Follonica e dei suoi cittadini».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.