Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prevenzione oncologica: tutti i numeri dell’attività a Grosseto

Numeri importanti e grande soddisfazione dei professionisti Asl per le Giornate per la Prevenzione Oncologica in occasione del Mercatino dei ragazzi

Più informazioni su

GROSSETO – Grande interesse e partecipazione per le iniziative della Asl Toscana sud est nelle Giornate della prevenzione oncologica, svoltesi il 6 e il 7 ottobre e organizzate nell’ambito della 35° edizione del Mercatino dei ragazzi. Grande anche la soddisfazione al termine di questa bella esperienza dei professionisti sanitari che si sono messi a disposizione dei cittadini negli stand Asl, presso la Cittadella della Salute. I numeri riferiscono un ottimo riscontro nella cittadinanza e sono dati significativi di come eventi del genere riescano realmente a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e degli screening.

Ecco i numeri che evidenziano il successo dell’iniziativa:

Postazione ambulatorio Nutrizione – Presso la postazione “Prevenire con il cibo”, si sono fermate  83 persone  alle quali sono state date indicazioni e distribuito materiale informativo su corretti stili di vita per prevenire lo sviluppo del tumore, terapia dell’obesità, intolleranze alimentari vere e presunte, dieta per la prevenzione di patologie tumorali al colon e su alimentazione consigliata in caso di malattie infiammatorie intestinali. A 38 delle 83 persone è stata fatta una valutazione dello stato nutrizionale con rilevazione del peso ed esame bio-impedenziometrico, per l’individuazione di massa magra e massa grassa all’interno della composizione corporea.

Postazione Dermatologia – La Dermatologia ha effettuato 45 visite il sabato pomeriggio, 82 la domenica mattina, 67 la domenica pomeriggio, per un totale di 194 prestazioni, rilevando una decina di lesioni pigmentate sospette, un vasto epitelioma su cui intervenire chirurgicamente e 6 epiteliomi da asportare in ambulatorio.

Postazioni Otorinolaringoiatria – Sono state eseguite 38 valutazioni di screening del cavo orale (14 maschi e 24 femmine), con 3 casi di patologie benigne, che verranno approfonditi per valutarne l’asportazione in chirurgia ambulatoriale. In 4 persone sono stati verificati disturbi del sonno, roncopatia (russamento) e apnea notturna; in questo caso è stato consigliata la polissonografia, un esame di semplice esecuzione, affidabile e non invasivo che consente di studiare mediante i sensori del polissonografo appunto, anche al proprio domicilio, le modificazioni dell’attività cerebrale, muscolare, cardiaca, respiratoria, durante il sonno. A 3 pazienti è stato indicato di effettuare l’esame audiometrico tonale e impedenzometrico e a un altro la valutazione clinica vestibolare.

Screening colon retto e carcinoma mammario – Su questo tema c’è stata notevole attenzione, tante infatti le persone che hanno colto l’occasione per farsi un controllo. In particolare sono state eseguite 63 mammografie e per lo screening del sangue occulto, 435 i kit consegnati e 237 quelli raccolti.

Nelle due giornate sono state effettuate circa  80 visite e consulenze oncologiche dai medici dell’Oncologia del Misericordia, coadiuvati dal personale infermieristico e più di 50 persone hanno richiesto informazioni su altre tipologie di screening.

Giovani e promozione della salute – Un momento di riconosciuta utilità è stata la visita dei 38 studenti dell’ ISIS Leopoldo II di Lorena, indirizzo biotecnologico sanitario, che insieme ai loro docenti, hanno visitato gli stand della Asl, ponendo domande e ricevendo informazioni sui corretti stili di vita, su alcuni determinanti di salute per mantenere il proprio benessere, fornendo spunti interessanti per dar vita ulteriori riflessioni condivise tra operatori, studenti e insegnanti. Allo scopo di  rafforzare i messaggi di Promozione alla Salute, sono stati spiegati i motivi dell’importanza della diagnosi precoce e dello screening in generale, della vaccinazione HPV e di una corretta alimentazione.

La buona riuscita dell’evento è stata resa possibile non solo grazie al personale medico e sanitario, ma anche agli operatori dell’Area tecnica e amministrativa della sede grossetana della Asl Toscana sud est.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.