Quantcast

Niente funghi sull’Amiata: dopo 45 anni salta la sagra

Le condizioni climatiche hanno ostacolato la crescita del protagonista della manifestazione: il fungo del Monte Amiata

Più informazioni su

SANTA FIORA – Il Comitato Festeggiamenti Bagnolesi comunica a malincuore che la 45° edizione della Sagra del Fungo Amiatino quest’anno non si svolgerà. Nonostante l’anomala “fungatura” di fine agosto inizio settembre avesse creato false aspettative, siamo spiacenti di dover dare questa notizia. Le condizioni climatiche di questo ultimo periodo, infatti, hanno ostacolato e impediranno la crescita del protagonista della nostra sagra: il Fungo del Monte Amiata. È bene ricordare che le quantità di funghi raccolti nell’ultimo mese non sono sufficienti a coprire le necessità della cucina della sagra, soprattutto dal momento che l’obiettivo della nostra manifestazione è quello di promuovere e valorizzare solo ed esclusivamente il fungo locale.

“Il fungo porcino amiatino – spiega Massimo Panchetti, presidente dell’associazione Micologica Monte Amiata – avrà scarse possibilità di nascere nei giorni prossimi, concomitanti con le date della sagra, a causa dei forti venti di grecale e tramontana che stanno soffiando in questi giorni. Sicuramente non potrà verificarsi una produzione sufficiente a garantire la richiesta di prodotto genuino prevista per tale manifestazione”.

Il Comitato Festeggiamenti Bagnolesi, comunque, sta organizzando per i prossimi giorni un evento da patrocinare sempre al Parco Pratuccio di Bagnolo. Aggiornamenti sulla pagina Facebook della sagra.

L’appuntamento con il Fungo Amiatino, quindi, è per il prossimo anno, sperando in una situazione climatica più clemente.

Più informazioni su

Commenti