Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inceneritore: domani in consiglio regionale la mozione sull’impianto di Scarlino

Consiglio convocato martedì 25 settembre alle 15.30 e mercoledì 26 alle 9.30. All’ordine del giorno l’approvazione di una variazione al bilancio di previsione del Consiglio 2018-2020, il bilancio consolidato 2017, il bilancio di esercizio 2017 dell’Autorità portuale regionale, due proposte di legge di iniziativa consiliare sul reddito di cittadinanza e sulla gestione del sistema idrico integrato

FIRENZE – Domani, martedì 25 settembre alle 15.30 e mercoledì 26 alle 9.30, torna a riunirsi il Consiglio regionale della Toscana.

I lavori prenderanno il via con la proposta di deliberazione dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea toscana su una variazione al bilancio di previsione del Consiglio per il triennio 2018-2019-2020.

Tra le proposte di legge iscritte all’ordine del giorno ricordiamo la riapertura dei termini per la regolarizzazione agevolata dell’imposta regionale sulle concessioni statali e l’uso del demanio e del patrimonio indisponibile dello Stato; le disposizioni regionali sul reddito di cittadinanza e le norme per la tutela, il governo e la gestione del sistema idrico integrato.

Al voto dell’aula di palazzo del Pegaso anche il Documento di Economia e Finanza regionale 2019, il bilancio consolidato per l’anno 2017, il bilancio di esercizio 2017 dell’Autorità portuale regionale.

In agenda anche interrogazioni, che spaziano su diverse tematiche: dalle carenze infrastrutturali del distaccamento dei vigili del fuoco presso l’aeroporto di Pisa alla situazione delle residenze universitarie, dalla raccolta rifiuti all’impiego sostenibile dei prodotti fitosanitari e dei fertilizzanti; dai bollettini per pagamento ticket sanitario alla normativa regionale sul diritto alla salute; dalle politiche sociali ai recenti episodi nel centro accoglienza di Sovigliana (Vinci).

Tra le mozioni al voto ricordiamo in particolare quelle sul termovalorizzatore e l’impianto di incenerimento nel Comune di Scarlino; quella in merito alle risorse idriche e aggiornamento del Piano di tutela delle acque; e ancora: sulle linee guida sull’amianto; sul diritto di allattamento al seno; sulle azioni regionali per il contrasto dell’usura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.