Quantcast

“Alla scoperta del Morellino”: il vino di Maremma protagonista al Salone del Gusto

SCANSANO – Il Morellino di Scansano è stato uno dei protagonisti della XII edizione di Terra Madre-Salone del Gusto.

Chi si fosse trovato a passeggiare nella splendida Piazza Castello nel centro di Torino e si fosse affacciato nella corte del Palazzo Reale, in cui è stata allestita l’enoteca di Terra Madre, non potrà non aver notato, tra gli stand dedicati ai presidi enologici di Slow Food anche il rosso maremmano.

L’enoteca di Terra Madre, realizzata grazie al contributo di Fior Fiore Coop, prevede l’acquisto di un calice con il quale si può partecipare alle degustazioni per tutta la durata della manifestazione. Intervistando i partecipanti al tour enogastronomico, uno su tre confessa di non aver mai assaggiato prima il Morellino, ma sostiene di trovarlo molto piacevole e di essere entusiasta per averlo potuto gustare proprio grazie a Terra Madre.

Domenica 23 settembre, dalle 17:00 alle 18:30 si è tenuto il convegno “Alla scoperta del Morellino” dove i 6 produttori Slow Wine, Poggio Trevalle, Roccapesta, Antonio Camillo, Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano, Santa Lucia e Terenzi sono stati gli ambasciatori il vitigno maremmano piu’ celebre ed hanno avuto occasione di farlo conoscere nella terra delle Langhe.

Tuttavia, la celebrazione del Morellino, non si è limitata a questo. Sempre domenica, dalle 19:00 alle 20:00 presso il Lingotto Fiere, Flavio Biserni, patron dell’Antica Fattoria del Grottaione, ha deliziato la platea del Salone del Gusto, preparando il suo mitico peposo di razza maremmana, in abbinamento ad un calice di rosso maremmano.

Commenti