Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Gli albori dello sport”: giavellotto e tiro con l’arco tornano a scuola. Premiato il primo vincitore

GROSSETO – Con l’inizio dell’anno scolastico 2018-2019 si riconferma la collaborazione tra il Fossombroni e Riccardo Chessa, responsabile del laboratorio archeologico sperimentale degli Albori a Campagnatico.

I ragazzi delle classi prime dello sportivo sono stati protagonisti lo scorso anno di un laboratorio di archeologia sperimentale su tecnologie preistoriche applicate e prove pratiche di alcune antiche discipline, quali arco e giavellotto.

Il progetto “Gli albori dello sport” è stato realizzato in due momenti: la lezione partecipata, incentrata sulla trasformazione da uomo cacciatore a uomo guerriero e la pratica sportiva, con l’attività di tiro con l’arco, con la lancia e il propulsore.

A inizio anno è stato assegnato un premio a Gianluca Mazzi, studente che si è contraddistinto per il suo elaborato sui temi trattati, evoluzione, storia dello sport, tecnologie, in quanto: “Con immagini e brevi didascalie ha saputo raccontare, cogliendone l’essenza, gli albori dello sport”. Il vincitore di questa prima edizione avrà diritto alla partecipazione gratuita a un corso di due giorni riguardante la sopravvivenza e l’archeologia sperimentale che si terrà presso il centro “Albori”.

L’attestato di partecipazione ha valenza nazionale, Csen Survivol, riconosciuto dal Coni. «Ringrazio i professori organizzatori del progetto e soprattutto la dirigenza del Fossombroni che ha sposato da subito i nostri progetti – ha detto Riccardo Chessa -. Ci sono grandi opportunità lavorative e professionali legate al corso del Fossombroni a indirizzo sportivo. Inoltre riuscire a stimolare la curiosità e accrescere l’autostima, oltre a favorire le competenze multidisciplinari, formano una figura professionale nuova preparata alle nuove sfide future».

Alla premiazione dell’alunno è seguita la presentazione del progetto per le classi prime dello sportivo assieme alle tante novità didattiche dedicate alle classi seconde e terze. Tra queste spiccano le collaborazioni con Raffaele D’Amico e Amedeo Raffi per il pugilato, Alessio Bifini per il calcio, Stefano Osti per l’hockey su pista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.