Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Promozione del territorio, nasce il mercatino di Natale: aperte le iscrizioni. Ecco come partecipare

FOLLONICA – Il mercatino di Natale di Follonica è una rassegna per la valorizzazione delle produzioni artigianali ed enogastronomiche della zona e per la valorizzazione del lavoro svolto dalle numerose associazioni di volontariato, organizzato dalla Pro Loco di Follonica.

«La manifestazione avrà luogo a Follonica nell’area mercatale “Parco Centrale” – fa sapere la Pro Loco Follonica in una nota – dal 7 al 10 dicembre 2018 con orario 10.00-23.30. Fanno eccezione i seguenti giorni: 07 dicembre: inizio montaggio nelle ore 17.00-20.00. Dalle ore 20.30 apertura stand. 10 dicembre: chiusura ore 20.00. Dalle ore 20.30 alle ore 23.30 operazioni di smontaggio».

«Sono ammessi a partecipare alla manifestazione artigiani – prosegue l’associazione – commercianti, ristoratori e associazioni. L’espositore che intende partecipare al mercato di Natale di Follonica è tenuto a presentare domanda di ammissione compilando la modulistica alla pagina www.prolocofollonica.it e consegnandola a mano presso gli uffici della Pro Loco Follonica (Via Roma, 49) oppure inviandola tramite mail all’indirizzo frontoffice@prolocofollonica.it con i relativi allegati entro e non oltre il 30/10/2018. Le domande presentate oltre il termine fissato non saranno prese in considerazione. Con la presentazione della domanda di partecipazione l’espositore dichiara di accettare senza riserve il giudizio insindacabile della Pro Loco Follonica, in ordine alla valutazione dei requisiti di idoneità e la relativa decisione di ammissione o esclusione dalla manifestazione».

«Ogni espositore – aggiunge la Pro Loco – dovrà presentare nella postazione assegnata i prodotti dichiarati e autorizzati dalla nostra associazione. La tipologia della merce posta in vendita deve rispettare lo spirito del “Mercatino di Natale”».

Tipologie merceologiche ammesse: presepi , figure, accessori ed addobbi per l’albero di Natale; giocattoli in legno e stoffa; candele ed altri oggetti in cera; prodotti dell’artigianato artistico in legno, metallo, paglia, cuoio, tessuti, ceramica; dolci natalizi, dolciumi, frutta fresca e secca, vini, spumanti e liquori (esclusivamente in confezione natalizia); ceramica, terracotta, minerali, pietre dure; articoli da regalo a tema natalizio; stampe, quadri, libri natalizi, carta da regalo; ricami, pizzi, merletti; prodotti enogastronomici locali; aromi ed essenze; cosmetica naturale deriva da prodotti locali; sculture in legno; sculture in pastasale; altri articoli tipicamente/prevalentemente natalizi sono ammessi a insindacabile giudizio della Pro Loco Follonica, al fine di migliorare la qualità dell’offerta al pubblico, tenendo conto del trend merceologico in voga.

Non è ammessa la presenza di: fuochi d’artificio, armi da fuoco e da taglio, munizioni, giocattoli da guerra, freccette e altri tipi di proiettili, pistole ad acqua; biglietti della lotteria o affini, oroscopi, palloncini; slot machines, video lottery e scommesse; merci che potrebbero offendere il pubblico decoro; merci tipiche dei mercati settimanali o abitualmente poste in vendita in essi; apparecchi elettrici ed elettronici (elettrodomestici, apparecchi video TV e HIFI);  tutti gli articoli che, ad inappellabile giudizio di Pro Loco Follonica, non siano ritenuti inerenti al carattere ed alle finalità della manifestazione.

«Durante la manifestazione è consentita la vendita dei prodotti esposti con consegna immediata al pubblico – chiarisce la Pro Loco – tutti gli espositori sono tenuti ad esporre e vendere esclusivamente i prodotti ammessi. Tutti i prodotti messi in vendita devono avere un’etichetta con indicato il prezzo, esponendo in modo chiaro e leggibile il prezzo in rapporto alla quantità. È fatto obbligo agli espositori di adeguarsi alla normativa vigente in tema di certificazione fiscale delle operazioni, scontrino fiscale oppure ricevuta fiscale, seguendo le prescrizioni relative alla modalità di certificazione prescelta».

«L’espositore – aggiunge la nota – dovrà garantire che tutti i prodotti offerti in vendita siano: conformi alle disposizioni normative e amministrative vigenti, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, quelle riguardanti la sicurezza dei prodotti, la sicurezza alimentare, il marchio CE, ecc. Rispettosi delle norme sulla proprietà intellettuale e le denominazioni d’origine. Per la somministrazione di bevande ed alimenti l’espositore è tenuto a svolgere l’attività nel pieno rispetto di tutte le norme e disposizioni vigenti (quali a titolo esemplificativo e non esaustivo quelle in materia igienico-sanitaria, sicurezza dei luoghi di lavoro, ecc.), ottenendo le necessarie autorizzazioni amministrative».

«La quota fissa d’ iscrizione varia a seconda delle diverse tipologie di struttura e spazio richiesto – conclude la Pro Loco – e si intende per tutta la durata della manifestazione. La quota fissa di partecipazione comprende: spazio, acqua, corrente, assistenza, spese di Siae, vigilanza, pulizie, pubblicità e promozione. Ogni espositore dovrà essere in possesso del gazebo, tavoli e tutto ciò che occorre per la propria esposizione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.