Mura a rischio crollo: «Il sindaco si dimetta, l’emergenza poteva essere evitata»

CANA – «Non è bastata la richiesta di chiarimenti inoltrata al Sindaco alcune settimane fa sull’effettiva stabilità delle mura medioevali della frazione di Cana» così il consigliere Pd, Giuseppe Conti, torna sull’evacuazione per rischio crollo appena predisposta nella frazione del Comune di Roccalbegna dopo che, alcune settimane fa, era intervenuto per chiedere al sindaco se e quali verifiche fossero state fatte.

«A nulla è servita anche l’interrogazione presentata in Consiglio comunale dal sottoscritto per far attivare il Sindaco Galli a tutela della sicurezza pubblica – prosegue Conti – se oggi possiamo dire pericolo scampato è grazie all’esposto di un cittadino ai Vigili del fuoco e alla Prefettura di Grosseto e non certo per la volontà di un Sindaco palesemente inadeguato ad amministrare e a svolgere il ruolo di primo garante dell’incolumità pubblica. Pare ormai evidente che nessuna azione di monitoraggio fosse stata attivata sulle strutture murarie, neanche quelle a vista, né previsto, e tanto meno realizzato, alcun intervento di consolidamento a protezione delle case sottostanti».

«Di crolli in questo paese ce ne sono stati fin troppi in questi ultimi tempi – sottolinea il consigliere – e, a monte di tutto, c’è sempre la irresponsabilità di chi è chiamato a gestire e amministrare. Le criticità rilevate le avrebbe viste anche un cieco. Sindaco faccia un favore a tutti, dopo aver trovato una sistemazione alle famiglie interessate, si dimetta, perché Roccalbegna ha bisogno di un Sindaco non di un cerca alloggi di emergenza. Le emergenze, quelle possibili, un Sindaco le evita».

Commenti