Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa del paese: «Qualcosa non ci torna. Il sindaco chiarisca perché ha scelto la nuova associazione»

Più informazioni su

SCARLINO – «Sull’organizzazione delle Carriere di Scarlino c’è qualcosa che non torna» a parlare è il coordinamento locale di Forza Italia in una nota.

«Abbiamo atteso che finisse la stagione turistica per non sollevare polemiche che avrebbero potuto screditare il lavoro di tanti imprenditori che si impegnano per far funzionare il settore turistico scarlinese – dice il coordinamento di Forza Italia – ma c’è qualcosa che vorremmo che il sindaco di Scarlino, Marcello Stella, chiarisse per evitare possibili problemi in futuro. Con la delibera n.105 del 3 agosto 2018, infatti, la giunta scarlinese ha stabilito di versare un contributo pari a 3.500 euro all’associazione Pro Scarlino per l’organizzazione di alcune iniziative per la festa delle “Carriere del Diciannove”, tradizionale evento cittadino che si tiene ogni anno il 19 agosto».

«L’atto riporta che “con nota n.10135 del 20 luglio 2018 l’Amministrazione veniva informata dell’avvenuta costituzione di un’associazione denominata Pro Scarlino, deputata all’organizzazione di attività di promozione del territorio” – spiega la nota – il 2 agosto l’associazione Pro Scarlino ha proposto al Comune la propria collaborazione per la realizzazione di alcuni eventi per il 19 agosto richiedendo un contributo. Queste le premesse della delibera con la quale la giunta Stella ha approvato la proposta per “Il Diciannove” presentata dalla Pro Scarlino e di riconoscerle un sostegno economico complessivo per le attività fino ad un massimo di 3.500 euro, prevedendo un anticipo e il saldo dietro rendicontazione della spesa totale sostenuta».

«Evitando critiche sulla qualità dell’evento e sulla modalità con cui il denaro pubblico in questione è stato speso – aggiunge la nota – quello che Forza Italia vuole capire è il motivo per cui si è deciso di dare 3.500 euro a un’associazione appena nata mentre nel Regolamento comunale dei rapporti con le associazioni si specifica che per ricevere un contributo dal Comune i gruppi devono essere iscritti in una lista e si riporta chiaramente che per far parte di quell’elenco l’organizzazione deve aver svolto attività proprie sul territorio da un anno. Vero è che nel disciplinare (Capo III, articolo 6) si prevede la sovvenzione anche ad associazioni non iscritte all’albo, ma solo in casi particolari e questo, visto che la festa è una tradizione cittadina, non pare esserlo».

«L’Amministrazione comunale, come si legge nella delibera che stabilisce l’erogazione del contributo – sottolinea Forza Italia – ha ricevuto la comunicazione sulla costituzione dell’associazione Pro Scarlino solo il 20 luglio, e il 2 agosto è arrivata la proposta del gruppo per l’organizzazione di alcune iniziative per il 19 agosto con richiesta di un contributo. Tempi stranamente molto stretti. Il 3 agosto, solo il giorno dopo aver ricevuto il progetto della Pro Scarlino, la giunta ha firmato la delibera approvando la collaborazione economica. Eppure solitamente per avere una sovvenzione pure minima dal municipio le associazioni attendono mesi. Un’altra domanda: perché il sindaco Stella non ha coinvolto la Pro Loco di Scarlino, associazione deputata all’organizzazione di eventi cittadini proprio come quello del 19 agosto? Perché chi pensava prima alla festa (Contrade e il Comitato festeggiamenti) ha preferito rinunciare, come si legge nella delibera?»

«Nessuno mette in dubbio le capacità dell’associazione Pro Scarlino – conclude il coordinamento – o la bonarietà della sua proposta, ma a nostro giudizio qualcosa non torna. Siamo sicuri che il primo cittadino saprà giustificare le decisioni della sua giunta».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.