Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cambio al vertice di Terranostra: il nuovo presidente regionale è maremmano. Ecco chi è

Più informazioni su

GROSSETO – Luca Serafini è il nuovo presidente di Terranostra Toscana, l’associazione degli agriturismi che fanno parte della rete di Campagna Amica promossa dalla Coldiretti.

«Serafini, che è anche presidente di Terranostra Grosseto – dice una nota dell’associazione – è stato eletto stamani all’unanimità presidente Regionale di Terranostra dall’Assemblea che si è svolta presso la sede di Coldiretti Toscana a Firenze. All’Assemblea, oltre ai direttori di Coldiretti delle federazioni toscane e ai consiglieri di Terranostra Toscana ha partecipato il segretario nazionale, Antonio De Amicis. Titolare dell’agriturismo “Poggio Sasseta” a Montiano in provincia di Grosseto e di un’azienda agricola che si estenda per circa ventidue ettari di terreno coltivato a cereali, Serafini possiede inoltre un uliveto che produce un ottimo Olio Extravergine di Oliva I.G.P e altre superfici destinate a meloni, angurie e a verdure di stagioni».

«Sono entusiasta di questo incarico – afferma il neopresidente Luca Serafini – e ringrazio il mio predecessore Andrea Landini per il lavoro svolto. L’agriturismo è una grande risorsa per la Toscana che oggi conta circa 5000 aziende agrituristiche pari ad 1/5 del totale in Italia, per le imprese e i cittadini, poiché rappresenta un’opportunità di sviluppo e di occupazione, a cominciare dai giovani. L’obiettivo è continuare nel cammino tracciato da Coldiretti per una Filiera agricola tutta locale, ospitando ogni giorno e facendo gustare ai cittadini quelli che sono i piaceri del vivere in campagna, dalla cucina allo star bene fino a alla partecipazione alle attività agricole».

Terranostra ad ogni suo livello con i suoi agriturismi di Campagna Amica valorizza e promuove: l’accoglienza di qualità; il recupero corretto e attento dei fabbricati rurali; la tutela del paesaggio e dell’ambiente; l’impiego a tavola dei prodotti locali, a chilometri zero e di origine certa; la vendita diretta dei prodotti; la diffusione di sistemi e metodi, produttivi ecocompatibili e a basso impatto ambientale, l’adozione di uno stile di vita e di consumo più rispettoso dell’ambiente.

«In questi ultimi tempi – conclude la nota – gli agriturismi toscani hanno qualificato ancor di più la propria attività con la formazione degli agrichef proprio a sottolineare la massima espressione del legame tra produzione agroalimentare, territorio, cultura della campagna e turismo. Oltre al neopresidente è stato eletto dal Consiglio anche la vicepresidente di Terranostra Toscana, Francesca Buonagurelli».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.