Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sei Toscana: «Solidarietà ai lavoratori licenziati. Pronti ad azioni legali per i disservizi»

ROCCASTRADA – Solidarietà agli operai licenziati da Sei Toscana e impegno da parte del Comune di Roccastrada a portare avanti tutte le azioni possibili nei confronti dell’azienda per i disservizi causati alla comunità roccastradina negli ultimi due mesi: è quanto emerso, nei giorni scorsi, durante l’incontro tra Francesco Limatola, sindaco di Roccastrada, Emiliano Rabazzi, assessore all’ambiente e coordinatore dell’AOR, la RSU e una delegazione di lavoratori di Sei Toscana.

“Il Comune di Roccastrada – affermano Limatola e Rabazzi – è vicino ai lavoratori e alle loro famiglie che da agosto hanno perso il lavoro. La situazione che si è determinata dopo la strumentalizzazione del Decreto Dignità a danno dei lavoratori del comparto rifiuti, oltre ad avere tragiche ripercussioni dal punto di vista dell’occupazione, ci preoccupa anche per il mantenimento della qualità dei servizi di raccolta dei rifiuti”.

“In questi mesi abbiamo più volte richiamato Sei Toscana e denunciato i disservizi che si sono determinati per la nostra comunità – proseguono i due amministratori – Disagi che si sono aggravati anche in concomitanza al periodo estivo, quando i rifiuti aumentano per la compresenza dei cittadini e dei turisti nel nostro territorio. E proprio per tutelare, in primis i nostri cittadini, che come Comune stiamo valutando la possibilità di intraprendere azioni risarcitorie nei confronti di Sei Toscana”.

“Il nostro impegno – concludono – rimane quello di continuare a vigilare attentamente sull’operato dell’azienda a garanzia dei servizi, a partire da quello della raccolta porta a porta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.