Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatro del baratto, parte la raccolta fondi online

Più informazioni su

MANCIANO – Chi volesse sostenere la dodicesima edizione del festival “A Veglia, teatro del baratto” può fare una donazione sulla piattaforma www.gofundme.com/mvc.php. Il festival che si svolgerà a Manciano da giovedì 13 settembre a domenica 16, ideato e diretto da Elena Guerrini, sostenuto dal Comune di Manciano e da Banca Tema, in collaborazione con la pro loco, Arci e Creature Creative che quest’anno affronterà il tema: “Scuola, nessuno si senta escluso”, sarà sostenuto da tutti gli amanti di “A Veglia, teatro del baratto”.

La raccolta fondi online che si pone come obiettivo di arrivare a 2500 euro entro il 16 settembre. Oltre alla campagna di fundraising, raccolta soldi collettiva nata per finanziare questo evento unico nel suo genere a Manciano, a sostenere il festival saranno anche i vini maremmani.

I produttori locali che hanno donato vini e birra del territorio, in tutto 150, sono Antonio Camillo Vini Di Territorio, Vini Cencini, Tenuta Montauto, Capua Winery, Fattoria Acquaviva, Birrificio La Grada. Tutte le bottiglie verranno etichettate con il logo del festival: si tratta di un’opera di Chiara Rapaccini. Le bottiglie sono rivendute anche alla Festa delle Cantine insieme alle magliette del festival griffate Rap. “Parte quindi la gara di solidarietà – spiega la direttrice artistica del festival, Elena Guerrini – per sostenere questa vendemmia culturale, questo autentico festival di teatro che ha una grande forza in sé, è popolare e colto allo stesso tempo ed è sostenuto dai ristoratori, agriturismi e negozianti del comune di Manciano, amato dagli artisti che generosamente vengono a Veglia e tornano a casa con le macchine cariche di prodotti locali”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.