Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Puritan alla fonda in Maremma: la goletta d’epoca torna nella terra che la fece rinascere

PORTO SANTO STEFANO – La goletta aurica Puritan è alla fonda a poche centinaia di metri dal Lungomare dei Navigatori di Porto Santo Stefano, disegnato da Giorgetto Giugiaro.

Questa goletta aurica d’epoca è del 1931 realizzata dalla Electric Boat Company in USA in acciaio con una deriva mobile, è lunga 31,30 metri e larga 7,01 metri e ha una superfice velica di 477 m². E’ riconosciuta come uno dei capolavori dell’architetto navale americano John G. Alden.

La lunga storia di Puritan l’accenna il comandante scrittore Daniele Busetto: il primo armatore fu il californiano Henry J. Bauer durante la seconda guerra mondiale venne requisita dalla Marina americana, successivamente appartenne prima al figlio di un Presidente del Perù e poi all’austriaco Oscar Schmidt. Dal 1990 è di proprietà dell’industriale Arturo Ferruzzi, che la tiene sempre navigante, partecipando alle diverse manifestazioni e raduni delle barche d’epoca.

Puritan nel 1981 è stata protagonista di un fatto che rimane negli annali di storia marinara oceanica: durante la traversata atlantica verso l’Europa, disalbera a causa di una tempesta ma grazie alla perizia marinaresca dell’equipaggio riesce a raggiungere la sua destinazione. L’albero viene poi magistralmente ricostruito dal Cantiere Navale dell’Argentario di Porto Santo Stefano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.