Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scuole sicure: vertice in prefettura su bullismo e cyberbullismo.

Più informazioni su

GROSSETO – Nelle mattinata odierna, presso il palazzo del Governo, il prefetto di Grosseto, Cinzia Torraco, ha presieduto una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, estesa alla partecipazione del rappresentante dell’Ufficio scolastico provinciale, Monica Buonfiglio, e dei sindaci di alcuni Comuni del territorio (Grosseto, Arcidosso, Castel del Piano, Follonica, Monte Argentario, Orbetello).

La riunione è stata convocata alla luce della recente Direttiva del Ministro dell’Interno “Scuole sicure”, diramata nell’imminenza dell’avvio del nuovo anno scolastico ed orientata a stimolare puntuali interventi locali nel quadro di una complessiva strategia d’azione per la prevenzione ed il contrasto dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti nonché dei fenomeni del bullismo e cyberbullismo.

L’atto di indirizzo, dal Ministro dell’Interno rivolto ai prefetti, veicola ed esprime un rinnovato impulso a mantenere alta la soglia di attenzione istituzionale e i livelli di vigilanza nei confronti dei fenomeni richiamati e il raggiungimento di tale obiettivo richiede il necessario concorso di tutte le componenti del sistema pubblico, ciascuna nel rispettivo ambito di competenza.

In apertura, il Prefetto, nel richiamare all’attenzione degli interlocutori presenti i contenuti della nuova Direttiva del Ministro, ha preliminarmente sottolineato come già da tempo costituisca direttrice prioritaria dell’azione amministrativa della Prefettura l’attività costante di sensibilizzazione e prevenzione nella delicata materia del consumo degli stupefacenti e dei più ricorrenti fenomeni di devianza associati alla giovane platea dell’Istituzione scolastica.

In particolare, impregiudicata l’esigenza di assicurare la continuità dell’attività di contrasto da parte delle Forze dell’ordine, anche con il concorso della polizia locale, è stato evidenziato come l’azione di intervento in materia possa esplicarsi anche attraverso più mirate e specifiche misure, quali la riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici e l’adozione del “Daspo urbano” da parte dei sindaci.

Attraverso lo svolgimento progressivo degli interventi svolti dalle parti convocate alla riunione, portatrici ciascuna della propria lettura dei fenomeni sulla base delle evidenze raccolte nell’ambito dell’attività di propria competenza, il Prefetto ha così ricomposto un quadro informativo di sintesi sulle problematiche oggetto di incontro.

All’esito dell’interlocuzione tra tutti i componenti, da cui è emerso un clima generale di disponibilità e collaborazione su tutte le possibili forme di intervento, pertanto, ferma restando l’esigenza imprescindibile dei servizi di controllo del territorio, è stata ribadita la necessità di integrare l’azione di vigilanza con iniziative formative specifiche, affidate a personale specializzato della Prefettura e delle Forze di polizia, rivolte non solo alla platea studentesca, ma anche al personale dell’Istituzione scolastica.

Per la pianificazione di dettaglio di tali iniziative, il Prefetto ha comunicato che sarà avviato in tempi brevi un tavolo tecnico di natura operativa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.