Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, no alla commissione speciale: «Uno sbaglio. Presenze in calo, servono misure straordinarie»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Nell’ultimo consiglio comunale è emersa l’ottusità politica della sinistra» così Forza Italia commenta il no del consiglio alla proposta dei due consiglieri azzurri di istituire una commissione speciale sul turismo a livello comunale.

«Visto il calo di persone nel periodo estivo al centro di Castiglione dell Pescaia e quindi le problematiche emerse sulla programmazione turistica – illustra FI in una nota – i Consiglieri di Forza Italia, Michele Giannone e Massimiliano Palmieri hanno presentato una mozione, votata favorevolmente anche dai 5 Stelle, per una commissione comunale speciale sul turismo, circa l’analisi e le proposte da mettere in campo per il bene futuro dell’intera comunità».

«La maggioranza ha respinto la mozione seguendo l’inconsistente linea politica dettata sul turismo dall’assessore Lorenzini – attancano gli azzurri -il capugruppo Michele Giannone sia nella spiegazione che nella replica all’assesore Lorenzini, ha ben articolato la mozione. Ha sottolineato che la commissione speciale prevista dal regolamento comunale è l’unico strumento di rappresentanza di tutte le forse politiche per poter far emergere un documento con un indirizzo condiviso. Attualmente la direzione politica sul turismo condotta da questa maggioranza e diretta dall’assessore al turismo ha dimostrato tutta la sua fragilità».

«Al di là dei numeri sulle presenze – prosegue la nota – si tratta di un’errata programazzione sulla giusta distribuzione sul territorio dei turisti. Al prossimo G20 sul turismo i rappresentanti dell’amministrazione comunale partecipino con i soldi loro e non con quelli dei contribuenti castiglionesi, vadano per studiare e tornino con idee turistiche maggiormente performanti».

«I dati negativi sono presenti sotto gli occhi di tutti – conclude Forza Italia – soprattutto dei nostri commercianti che reclamano un calo dei consumi, mentre altre località turistiche le hanno incrementate, anche con un allungamento stagionale. Castiglione della Pescaia e la perla Punta Ala meritano molto di più, rispetto ad un inconsistente cabina di regia diretta da un assessore che deve pensare seriamente di rimettere la delega assegnata al turismo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.