Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ippodromo: le porte del Casalone si riaprono per il secondo Trofeo di endurance

Più informazioni su

GROSSETO – «Il 26 agosto l’ippodromo del Casalone, chiuso di recente, riaprirà di nuovo le sue porte per un evento di endurance» a farlo sapere è Fise Toscana in una nota.

«La gara nazionale e internazionale – dice la nota – giunta alla sua seconda edizione, avrà come parterre, il conosciuto ippodromo di Grosseto dal quale partiranno i tre anelli predisposti dal comitato organizzatore capitanato da Tuscia Eventi e Generali Endurance asd, in collaborazione con Fei, Fise, Comune di Grosseto e Ippodromo del Casalone srl. I percorsi si snodano lungo il fiume Ombrone e la strada provinciale Trappola, tutti a ridosso del Parco della Maremma, dell’Uccellina e comunque in aree protette».

«Essere presenti al Casalone significa immergersi nel passato – prosegue la nota – nella storia dell’ippica italiana. Fin dai primi anni dell’Ottocento nelle grosse fattorie, nei borghi di pianura e di montagna, si disputavano corse: gare di berberi, prima, poi sfide e giostre di butteri, talvolta organizzate solo per designare il cavallo più veloce del branco. Il premio era un “palio”, un drappo, una bandiera, oppure un vessillo con lo stemma reale e quello del capoluogo maremmano. Fu nei tardi anni sessanta dell’Ottocento che si cominciò a pensare in questa terra alle “corse alla maniera inglese”, fino a quando, nel 1872, prese corpo a prima stagione di corse in Maremma. Nacque allora la Società Ippica Grosseto. Il rapido successo e la fama del primo ippodromo di Barbanella e della società si interruppero tuttavia bruscamente già nel 1880 per ragioni economiche, burocratiche e climatiche fino al 1925, al termine della Grande Guerra, quando fu inaugurato l’attuale ippodromo del Casalone, e in una Grosseto che contava 15mila abitanti furono aperte le porte di una struttura, e del suo parco, che per più di ottanta anni ha regalato divertimenti e sensazioni elettrizzanti ad appassionati e non, a visitatori e addetti ai lavori, a bambini e adulti».

«In occasione del secondo Trofeo del Casalone – conclude la nota – i tecnici della Nazionale Young Rider, grazie al supporto dell’Accademia Italiana Endurance e del suo presidente Alessandro Generali, organizzeranno anche il primo dei due stage riservati a giovani amazzoni e cavalieri».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.