Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pesca e itticoltura: in scadenza bandi per oltre 500mila euro. Ecco come partecipare

Più informazioni su

GROSSETO – C’è tempo fino al 7 settembre per presentare domanda sul bando del Flag Costa degli Etruschi, relativo alla misura 1.43 per l’adeguamento delle strutture della filiera ittica. Scade invece il 14 settembre il bando sulla misura 1.40 per la protezione e il ripristino delle biodiversità degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito delle attività di pesca sostenibile.

Bando 1.43
La dotazione finanziaria complessiva è di 350mila euro. La misura punta a sostenere investimenti finalizzati al miglioramento delle strutture preesistenti dei porti di pesca, delle sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco e di riparo inclusi gli investimenti per strutture di raccolta di scarti e rifiuti marini, al fine di migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro, accrescere l’efficienza energetica, contribuire alla protezione dell’ambiente e alla tracciabilità dei prodotti sbarcati. Sono esclusi gli interventi per la costruzione di infrastrutture ex-novo. Possono presentare domanda le imprese del settore pesca e acquacoltura; imprese di servizi per il settore; Enti pubblici; autorità portuali, altri organismi designati a tale scopo.
Le domande devono essere presentate entro e non oltre le ore 13 del 7 settembre 2018 direttamente on line sul sistema informatico di Artea www.artea.toscana.it
Il bando è consultabile al seguente link
http://www.flagcostadeglietruschi.it/sito/wp-content/uploads/2018/08/SUPP-n.132-al-B.U.-del-25.07.2018-pIII-1-53.pdf

Bando 1.40
La dotazione finanziaria complessiva messa a bando è di 200mila euro.
La misura è attuata al fine di proteggere la biodiversità e gli ecosistemi marini e migliorare la gestione degli stosk ittici. Sono ritenuti ammissibili interventi di raccolta da parte dei pescatori di rifiuti dal mare (attrezzi da pesca perduti e rifiuti marini); costruzione, installazione e ammodernamento di elementi fissi o mobili destinati a proteggere fauna e flora marine, comprese la loro preparazione e valutazione scientifica. Interventi per la conservazione delle risorse biologiche marine, preparazione, studio, aggiornamento e monitoraggio dei piani di protezione e d gestione per attività connessa alla pesca in relazione a siti Natura 2000 e zone soggette a misure di protezione speciale. Gestione, ripristino e monitoraggio siti Natura 2000 e zone marine protette.
Possono presentare domanda i pescatori, gli armatori di imbarcazioni da pesca, organizzazioni di pescatori riconosciute dallo stato membro. Organismi non governativi in partenariato con organizzazioni di pescatori o con il FLAG; organismi scientifici o tecnici di diritto pubblico.
Le domande devono essere presentate entro e non oltre le ore 13 del 14 settembre 2018 direttamente on line sul sistema informatico di Artea.
Le modalità operative per la compilazione della domanda sono descritte sul manuale reperibile su www.artea.toscana.it nella sezione “servizi e procedure” –“FEAMP”
Il bando è consultabile al seguente link
http://www.flagcostadeglietruschi.it/sito/wp-content/uploads/2018/08/SUPP-n.132-al-B.U.-del-25.07.2018-pIII-54-112.pdf

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.