Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cordoglio per la scomparsa di Seccarecci: il ricordo del Psi. A Pitigliano è lutto cittadino

GROSSETO – Sono tantissimi i messaggi di cordoglio che sono arrivati alla nostra redazione per la scomparsa di Dino Seccarecci. A partire dal Partito socialista, in cui Seccarecci ha militato da sempre.

«La federazione provinciale del Partito socialista italiano compiange il compagno Dino Seccarecci, che se ne è andato oggi, 22 agosto – afferma il segretario provinciale Francesco Giorgi -. Non esistono parole per esprimere lo sconcerto, la tristezza, e le sensazioni che ci provoca il triste evento. Vogliamo rivolgerci al nostro Dino come se fosse ancora con noi, come nei giorni passati, quando si commentavano le notizie e si ragionava insieme di Politica, quella con la P maiuscola. Dino, sei stato una colonna portante della nostra comunità, un Compagno di Partito assiduo, che non mollava mai, come non lo hai fatto nemmeno negli ultimi tempi, sei stato un grande sindaco della tua Pitigliano e una persona che ha dato tutto di se stesso in ogni campo, oltre che nella politica, così anche nello sport, nel sindacato e nella vita di tutti i giorni. Esprimiamo il nostro cordoglio a tutta la tua famiglia, ma la tua era in realtà una famiglia allargata, che comprendeva tutti noi che ti conoscevamo e ti volevamo bene. Perché eri sempre presente e sempre pronto a dare consigli e il tuo punto di vista, spesso originale, sempre umanamente di buon senso, comunque utile. Ti vogliamo ricordare così, sempre connesso ai buoni sentimenti, ai principi migliori, di solidarietà ed uguaglianza, quelli stessi dei grandi del passato. E tu per noi lo sei stato e continuerai ad ispirarci».

Il Partito democratico «oggi perde un amico ed un alleato prezioso, operaio della politica sempre al servizio del suo partito e con la stessa passione e generosità, al servizio di tutto quel centro sinistra maremmano al quale ha dato un grade contributo. Passione che ha esercitato egualmente come sindaco della sua Pitigliano, come assessore in Provincia ma anche in tutti quegli incarichi minori per visibilità ma fondamentali per la vita politica. Dino aveva la naturale capacità di relazionarsi con gli atri portando ogni parte a convergere sul bene comune con l’altruismo politico che lo contraddistingueva. Ci stringiamo alla sua famiglia con cordoglio in un ideale abbraccio».

«L’Amministrazione comunale e la comunità di Pitigliano sono addolorate nell’apprendere la triste notizia e si stringono attorno la famiglia Seccarecci per l’improvvisa scomparsa di Dino – afferma il sindaco di Pitigliano Giovanni Gentili -. Sindaco, assessore comunale, consigliere e assessore provinciale, Dino ha speso la vita a servizio delle istituzioni di Pitigliano e del territorio. Dino amava il proprio paese. Domani, a partire dalle ore 11.00, sarà allestita la camera ardente nella Sala Consiliare del Comune di Pitigliano, mentre i funerali si svolgeranno in Cattedrale alle ore 16.30. Domani, giorno 23 agosto 2018, sarà proclamato il lutto cittadino».

Il sindaco Carla Benocci, il vicesindaco Pierandrea Vanni e l’amministrazione comunale «increduli e addolorati ricordano con amicizia e rimpianto Dino Seccarecci. Nella sua lunga attività di sindaco di Pitigliano, di amministratore della Comunità Montana e di assessore provinciale ha profuso ogni migliore energia e testimoniato il suo profondo attaccamento ai nostri territori e alla loro gente. Al di là di questi aspetti, pur importanti, ci lascia la sua coerenza politica e il suo tratto umano, generoso e disponibile. Alla famiglia va, non solo profondo cordoglio, ma anche un sincero ringraziamento per tutto quello che Dino ha fatto e per come lo ha fatto».

Il sindaco Luigi Bellumori e «l’amministrazione comunale tutta, con il cuore colmo di dolore  ricordano con amicizia e rimpianto Dino Seccarecci. Nella sua lunga attività di sindaco di Pitigliano, di amministratore della Comunità Montana e di assessore provinciale a Grosseto  ha dimostrato  profondo attaccamento al territorio ed alla comunità che veniva prima di tutto.  nostri territori e alla loro gente. Un uomo generoso e disponibile già profondamente segnato dalle vicissitudini della vita. Alla famiglia di Dino va il nostro  profondo cordoglio e quello dell’intera  Comunità di Capalbio».

Anche Diego Cinelli, sindaco di Magliano in Toscana esprime il proprio dolore «Come sindaco e come semplice cittadino scrivo una lettera che non avrei mai voluto scrive. Scrivo un saluto, un addio ad un amico caro, a una persona che ho potuto apprezzare e che ho stimato nel corso della mia vita politica ma anche in quella da imprenditore agricolo. Ciao Dino, la notizia della tua prematura morte mi ha profondamente colpito e ha colpito tutta la comunità che rappresento. Anche se politicamente non sempre siamo stati sulla stessa linea di pensiero ti ho sempre stimato, ho sempre stimato la tua coerenza e determinazione, il tuo mettere il bene comune sopra ogni cosa. Hai sempre lavorato dando il meglio, hai cercato di lasciare un segno positivo in tutto quello che facevi, un impegno senza sosta che ha dato buoni frutti. Ci mancherai Dino, mancherai agli amici e alla politica a quella politica con la P maiuscola. Ci conforta, in questo triste momento, il ricordo di una persona sempre disponibile e sorridente, grande amministratore e politico, sempre pronto a dare una mano a chi ne aveva bisogno. La vita non è stata facile per te e questo ha sicuramente fatto di te una persona unica. Ovunque tu sia riposa in pace. A tuo figlio, che io personalmente considero un grande amico, tutta la mia personale vicinanza. A nome della comunità di Magliano invio le più sentite condoglianze».

L’amministrazione comunale di Manciano esprime «cordoglio per la scomparsa di Dino Seccarecci, ex sindaco di Pitigliano e si unisce al dolore dei familiari e di quanti hanno potuto apprezzarne le sue doti umane e professionali. Dino Seccarecci, uomo buono e stimato da tutti – parla il sindaco di Manciano, Mirco Morini – viene ricordato dalla nostra amministrazione come un amministratore attento alle esigenze di tutti e sempre in prima fila per battaglie politiche in cui credeva».

Il presidente Giovanni Caso e con lui tutta la Confesercenti esprimono «il proprio cordoglio per la prematura scomparsa di Dino Seccarecci. Una grande perdita per tutta la comunità, per cui si è sempre speso senza risparmiarsi. Ricordiamo le doti umane, la serietà e la disponibilità, ed esprimiamo la nostra vicinanza alla famiglia».

«L’improvvisa scomparsa del caro compagno ed amico Dino Seccarecci è una grave perdita per la nostra organizzazione, sia sul piano umano che per il ruolo che svolgeva all’interno della UIL – afferma la segreteria provinciale della Uil -. La sua lunga militanza nel sindacato dei bancari con ruoli dirigenti, l’impegno attuale come presidente del Comitato Provinciale INPS, la collaborazione col nostro sindacato pensionati, la sua esperienza e la sua competenza, ne facevano un sindacalista di grande valore. A queste competenze aggiungeva una lunga militanza politica che lo aveva portato a ricoprire ruoli importanti come amministratore pubblico. Nella UIL la sua scomparsa apre un vuoto, non solo come dirigente sindacale ma soprattutto come amico e compagno di tante battaglie sindacali, sempre pronto a commenti pertinenti, battute intelligenti, talvolta argute, mai banali. Siamo vicini ai suoi cari in questo momento di dolore e vogliamo esprimere loro il nostro sincero cordoglio. Lo ricorderemo sempre con affetto. Ciao Dino».

Il Gsd Invicta Grosseto Calcio Giovani, «si stringe vicino ai parenti e amici, dell’ex presidente e attualmente presidente onorario Dino Seccarecci, deceduto questa mattina, dopo una lunga malattia. La Società di via Calabria, porge le proprie condoglianze a tutti i parenti di Dino Seccarecci , verso il quale esterna tutta la propria stima e considerazione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.