Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Biondi contro Sei Toscana: «Scelta scellerata in questo momento»

GAVORRANO – Gli amministratori di Gavorrano hanno incontrato ieri una rappresentanza dei lavoratori in somministrazione (ex interinali) impiegati da Sei Toscana e lasciati inspiegabilmente senza rinnovo di contratto. All’incontro erano presenti insieme al sindaco Andrea Biondi, il vicesindaco Francesca Bargiacchi e l’assessore Claudio Saragosa.

«L’esternalizzazione del servizio di raccolta porta a porta alla Cooperativa il Nodo – scrive Biondi -, oltre che riportare innumerevoli disservizi agli utenti ed un danno d’immagine ai nostri territori nel pieno delle presenze turistiche estive, ha colpito i lavoratori incontrati, che hanno appreso la notizia della fine del loro impiego il giorno precedente la fine del contratto, dopo aver operato dai 12 ai 40 mesi nella raccolta porta a porta con contratto di somministrazione. Progetti familiari, figli a carico: forte è la preoccupazione negli occhi delle persone che abbiamo incontrato, forte il disorientamento dato che erano certi della loro professionalità ed esperienza accumulata e mai avrebbero pensato che il loro impegno non fosse tenuto in considerazione. A loro manifestiamo la nostra piena solidarietà».

«Sia chiaro che gli operatori de Il Nodo non hanno responsabilità nei disservizi, non possono certamente garantire immediatamente la stessa efficienza di un servizio nato e cresciuto nei mesi, corretto e modulato nell’operatività quotidiana a stretto contatto delle utenze cittadine. È incomprensibile e scellerata la scelta di avviare questo cambiamento nel momento di maggiore produzione di rifiuti dei nostri territori date le presenze turistiche e di vacanzieri con seconda casa. È incomprensibile e scellerato che questo sia avvenuto come una ghigliottina».

«La dirigenza di Sei Toscana ha forti responsabilità nelle conseguenze negative delle scelte intraprese, sia nei confronti dei cittadini e delle Amministrazioni Comunali coinvolte, sia nei confronti dei loro ex impiegati tramite contratto di somministrazione. Purtroppo i singoli Comuni sono disarmati nel breve periodo rispetto a tali disservizi e disagi, ma da parte dell’Amministrazione Comunale di Gavorrano continuerà insieme ai Comuni limitrofi la protesta per far si che la situazione possa stabilizzarsi positivamente nel medio e lungo periodo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.