Sala Eden: «Mura nel degrado, difficile riaprire il locale. Chi ha la gestione deve agire»

GROSSETO – «Tante idee e progetti per la sala Eden di Grosseto, e’ venuto il momento di passare dalle parole ai fatti» a dirlo è Fare Grosseto in una nota.

«Il ricordo della sala Eden – prosegue la nota – storico locale da ballo cittadino, è ancora vivo nei grossetani che hanno qualche anno in più e che certamente non vogliono vedergli fare la stessa fine del cinema Marraccini e degli impianti di Istia d’Ombrone. Trovare un imprenditore interessato a gestire l’Eden non e’ facile, i costi non sono affatto contenuti, l’edificio ha bisogno di una costosa ristrutturazione e comunque di un ingente investimento, le abitudini e i comportamenti delle utenze sono cambiate e l’ubicazione del posto non incoraggia».

«Seppure le Mura Medicee siano da sempre simbolo e perimetro del centro storico di Grosseto – aggiunge Fare Grosseto – sono diventate area di degrado e e sede di microcriminalità. Nonostante nel 2017 l’Amministrazione Comunale abbia delegato all’istituzione “Le mura” il compito della riqualificazione, ancora nulla è cambiato. È fondamentale una radicale trasformazione delle mura, se vogliamo che la sala Eden e tutte le altre attività presenti tornino a essere un punto di riferimento per il divertimento e l’intrattenimento cittadino come sono state in passato».

«Chi oggi ha la gestione, lo sviluppo, la sicurezza, la progettualità delle Mura Medicee – conclude la nota – ha una grande responsabilità: deve agire con immediatezza e ottenere risultati».

Commenti