Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Risse tra venditori di cocco, coltelli e bottiglie rotte: presi e allontanati dai Carabinieri

GROSSETO – I Carabinieri della Compagnia di Grosseto, a seguito di due risse recentemente  avvenute in Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia, hanno sottoposto alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nei comuni sopra citati, sei soggetti provenienti dall’area casertana.

I provvedimenti, emessi dal Questore di Grosseto su proposta della locale Compagnia Carabinieri, sono scaturiti da due gravi episodi avvenuti rispettivamente nei giorni 1 e 11 agosto scorsi.

Nel primo episodio, accaduto a Marina di Grosseto, gli accertamenti svolti dai Carabinieri hanno permesso di accertare che nella tarda serata del 1 agosto si era verificata una violenta rissa, in cui erano state utilizzate come armi un coltello ed una bottiglia di vetro rotta, tra soggetti di origine campana venditori ambulanti di cocco, scaturita da vecchie problematiche relative alla suddivisione delle zone in cui esercitare l’attività. Nell’occasione i militari, a conclusione delle indagini, hanno deferito in stato di libertà per il reato di rissa, tutti i soggetti coinvolti.

Il secondo episodio si è verificato nella mattinata dell’11 agosto in località “Le Rocchette” di Castiglione della Pescaia. A seguito di numerose segnalazioni giunte al 112, con cui era stato indicato che era in corso una cruenta rissa, i Carabinieri della Compagnia erano intervenuti sul posto con diverse pattuglie, accertando che si era verificato un nuovo scontro tra i soggetti già protagonisti degli episodi di Marina di Grosseto. In particolare, dopo un primo acceso scontro verbale e fisico, uno dei soggetti era salito a bordo del proprio veicolo avviando la marcia e urtando ripetutamente sulla fiancata il veicolo in cui si trovavano i propri rivali, causando notevoli danni alla carrozzeria del veicolo e lievi lesioni alle persone all’interno dello stesso. La situazione, anche all’arrivo dei Carabinieri, era rimasta accesa con reciproci scambi di minacce ed insulti.

Alla luce degli episodi verificatisi i Carabinieri delle Stazioni di Castiglione della Pescaia e Marina di Grosseto, oltre a refertare e deferire i protagonisti degli episodi sopra descritti all’Autorità Giudiziaria, hanno provveduto a proporre tutti i soggetti coinvolti per l’applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno.

Alla luce di quanto proposto, il Questore di Grosseto ha disposto, nei confronti di cinque dei soggetti coinvolti, il foglio di via obbligatorio con divieto di riotrno per la durata di due anni nei Comuni di Grosseto e Castiglione della Pescaia, mentre per un sesto soggetto residente nel capoluogo il medesimo provvedimento ma relativo esclusivamente al Comune di Castiglione della Pescaia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.