Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Decreto Di Maio, Sei Toscana: Lavoriamo per garantire continuità ai lavoratori

Più informazioni su

GROSSETO – In merito a quanto apparso sulla stampa, Sei Toscana rassicura sul regolare svolgimento dei servizi e tiene a precisare che la società ha avviato già da alcune settimane un percorso per individuare, assieme alle organizzazioni sindacali, le soluzioni ai potenziali effetti che il Decreto Dignità produce sul lavoro somministrato e temporaneo, ovvero il lavoro cui l’azienda ricorre per garantire in particolare la stagionalità di alcuni servizi.

“La priorità di SEI Toscana è quella di garantire qualità e assicurare continuità ai servizi, soprattutto in un periodo come questo in cui il nostro territorio è interessato da una grande affluenza turistica. – afferma il Direttore Generale Alfredo Rosini– Ma non solo, la nostra attenzione è costantemente rivolta ai lavoratori, per i quali intendiamo individuare le migliori soluzioni nel breve e nel medio periodo. La prima tra queste è l’assunzione a tempo indeterminato di un rilevante numero di operatori individuati tra quelli che hanno svolto per Sei Toscana i servizi all’interno di contratti di lavoro somministrato. Contestualmente stiamo comunque individuando misure per garantire a tutto il personale coinvolto la massima continuità lavorativa. Si tratta di azioni concrete su cui l’azienda sta lavorando ormai da diversi mesi e che ci consentono di guardare al futuro con un certo ottimismo”.

L’attenzione dell’azienda è massima e il confronto e l’ascolto sono attivi anche all’interno di un contesto più ampio, come quello nazionale e di settore, trattandosi di una questione che coinvolge molte realtà che operano nei servizi al cittadino e che, in assenza di un periodo di transizione, accolgono la variazione normativa senza grossi margini per poter riprogrammare le attività nel rispetto della pianificazione. Il tema è complesso, ma ancora in evoluzione e già dall’incontro di domani Sei Toscana si aspetta un quadro più chiaro che favorisca margini di intervento.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.