Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toscani più sportivi d’Europa, nuovi percorsi ciclopedonali a Grosseto

Ciclismo nella top ten degli sport outdoor in Toscana, Grosseto si attrezza per nuovi percorsi ciclopedonali

Più informazioni su

GROSSETO – In Toscana il numero di persone che praticano sport e attività motoria è più alto che nelle altre regioni d’Italia. Infatti, secondo i dati del Primo rapporto sullo sport in Toscana (2018), curato dall’Osservatorio sociale regionale in collaborazione con l’Osservatorio regionale per lo sport, nel 2016 due toscani su tre, a partire dai 3 anni d’età, praticavano sport o attività fisica.

Altro dato interessante è che anche nel confronto con la media europea la popolazione toscana risulta più attiva. Negli ultimi 15 anni inoltre la percentuale di persone che in Toscana praticano almeno uno sport è aumentata di circa cinque punti, passando da 30,5% nel 2001 a 35,8% nel 2016. In particolare il 25,9% pratica uno sport costantemente, il 9,8% saltuariamente e il 31% pratica attività fisica. Questo trend positivo si presenta anche a livello nazionale, sebbene i dati della Toscana risultino più alti. Dati che incidono anche sulla salute e il benessere dei cittadini.

In base al numero di iscritti alle varie società sportive il calcio è il primo sport praticato nella Regione, seguito da tennis e pallavolo. Tuttavia se tra le società sportive più diffuse sul territorio regionale al primo posto spiccano quelle legate al calcio, al secondo posto troviamo quelle legate al ciclismo. Il ciclismo infatti è praticato soprattutto dai residenti delle province di Arezzo, Firenze, Livorno, Lucca, Grosseto, Pisa, Pistoia e Prato. E proprio questo ambito sportivo merita un richiamo al fatto che la Toscana sia fra le regioni italiane preferite dai bikers come meta per le attività outdoor.

L’attività sportiva all’aria aperta che, infatti, anche a livello nazionale attira la maggior parte di turisti è quella legata alla “bicicletta” nelle sue varie forme (cicloturismo, mountain bike, e-bike, downhill, etc.), dai raduni alle gran fondo, dagli stage fino alle semplici “passeggiate” in bici.

Il cicloturismo, nelle sue varie sfaccettature, risulta in forte crescita e rappresenta così il settore principale legato a una delle 725 passioni “censite” che fanno spostare le persone. A dichiararlo è la recente ricerca sulla Situazione congiunturale del turismo outdoor – focus, tendenze e discipline 2018», il dettagliato rapporto realizzato dalla agenzia JFC per conto dell’Osservatorio Italiano del turismo outdoor, promosso da Bologna Fiere e Modena Fiere. 

Un trend positivo che sta coinvolgendo diversi territori della Toscana e anche in Maremma, nel comune di Grosseto, si coglie questa sfida. Infatti a Grosseto sono già partiti i lavori per la nuova pista ciclabile Grosseto-Roselle e sarà realizzata anche una pista ciclabile di collegamento tra il Ponte sull’Ombrone e la stazione. Il ponte sull’Ombrone sarà un percorso ciclopedonale che collegherà Grosseto al Parco della Maremma.

All’ isola d’Elba invece è stato avviato il primo progetto innovativo di mappatura sistematica di un comprensorio, “Elba Smart Exploring”, che permetterà a chiunque abbia uno smartphone di esplorare i percorsi outdoor dell’isola autonomamente, sia in loco che a distanza per organizzare la propria vacanza. Oltre 200 spiagge e 400 km di sentieri  mappati saranno quindi disponibili attraverso Google Maps e l’applicazione Street View.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.