Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Concimazione dei campi, proteste per il cattivo odore: arriva l’ordinanza del sindaco

Più informazioni su

SORANO – A seguito dei cattivi odori emanati dalle concimazioni dei campi e che, probabilmente accentuati dal grande caldo, hanno raggiunto soprattutto nelle zone di San Quirico, Sorano e Sovana livelli particolarmente elevati, da qui le proteste di numerosi cittadini, il sindaco  Carla Benocci ha firmato un ‘ordinanza che ha come: interventi ai fini di  limitare le emi ssioni di sostanze odorigene  modalità per lo spandmento di liquami, deiezioni zootecniiche e altri ammendanti per la concimazione in zona agricola.

Il sindaco, che si è consultato con l’Usl e soprattutto con i carabinieri forestali,  tiene a sottolineare che l’uso degli ammendanti è assolutamente consentito e la concimazione dei campi necessaria. Il problema semmai è rappresentato dalla lavorazione  dei concimi una volta sparsi e dai tempi nei quali viene effettuata. Con l’ordinanza si regolamentano questi aspetti, si danno indicazioni precise e si stabiliscono anche limitazioni negli orari e nei periodi di spargimento. Gli ammendanti dovranno essere sepolti ad almeno venti centimetri di profondità ed entro i tempi, differenziati, indicati nell’ordinanza.

Ecco alcuni passi dell’ordinanza:
CONSIDERATO che le emissioni di odori sgradevoli, possono condizionare pesantemente la libera fruizione del territorio e limitarne le condizioni di vivibilità, è necessario pertanto limitare il loro  impatto  sul  territorio  circostante,  spesso  derivante  dall’utilizzo di  fertilizzanti  solidi  e semisolidi sul territorio agricolo., SOTTOLINEA che l’utilizzo dei liquami e delle deiezioni animali in agricoltura entro i limiti indicati dalla vigente normativa è una pratica agronomica ammessa; ma pone anche la necessità di CONTEMPERARE  la pratica agronomica  con le esigenze di rispetto dell’ambiente e dei cittadini, coniugando le esigenze di conduzione dei fondi agricoli, con quelle di limitare e, se possibile, eliminare gli effetti collaterali derivanti, quali ad esempio, proliferazione di odori molesti, proliferazione di mosche provocati da eccessivi spargimenti di tali fertilizzanti o in orari e condizioni atmosferiche non consone.
CONSIDERATO che il D.M. 25 febbraio 2016 ha individuato le caratteristiche che contraddistinguono il digestato utilizzabile ai fini agronomici ed i requisiti che consentono di considerarlo un “sottoprodotto” ai sensi dell’articolo 184-bis del D.Lgs. n. 152/2006 secondo i contenuti della “Buona Pratica Agricola”
RAVVISATA la necessita, per motivi di igiene pubblica e a tutela delle acque, adottare delle misure restrittive e regolamentare, su tutto il territorio comunale, lo spandimento dei liquami, delle deiezioni zootecniche e fertilizzanti di origine organica (Compost o Digestato) e ammendante compostato misto utilizzati per la concimazione dei terreni ad uso agricolo.

STABILISCE  CON  DECORRENZA IMMEDIATA, a tutte le Ditte/Aziende Agricole che effettuano nel territorio comunale operazioni di spargimento di liquami e deiezioni derivanti da allevamenti zootecnici, pollina, effluenti di allevamento e tutti i prodotti assimilabili, compresi fertilizzanti di origine organica (COMPOST o DIGESTATO), ammendante compostato misto, utilizzati per la concimazione dei terreni ad uso agricolo dovranno osservare le seguenti modalità e orari, fatto salvo comunque lo spandimento di materiale organico che comporti l’interramento diretto ed istantaneo

Per i trasgressori è prevista una sanzione pecuniaria aministativa fino a 500 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.