Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giuseppe Sordini è il presidente del consiglio comunale, e Iole Tommasini segretario

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – Si è tenuto nel pomeriggio presso la sala consiliare del palazzo comunale di Monte Argentario il secondo consiglio comunale dopo l’elezione a sindaco di Franco Borghini.

Il primo punto all’ ordine del giorno è stata l’ elezione a presidente del consiglio comunale di Giuseppe Sordini, che già in passato aveva ricoperto il ruolo di consigliere comunale.

«Ringrazio il sindaco e tutti i consiglieri sia quelli che mi hanno votato sia chi ha votato contro – ha commentato – mi impegnerò a far parlare tutti a patto che i toni siano sempre di incontro e non di scontro – e aggiunge – in linea con quanto dichiarato in precedenza, ho deciso di rinunciare al compenso previsto per la mia carica».

Sordini non è l’unica figura nuova ad entrare nel corpo amministrativo di Monte Argentario, dai primi di agosto infatti, si aggiungerà Iole Tommasini che sarà la prima donna ad essere stata scelta come segretario generale del comune di Monte Argentario.

I punti riguardanti il bilancio comunale sono stati discussi velocemente essendo per lo più investimenti ereditati dall’uscente amministrazione. I principali riguardano 60 mila euro da destinare alla mensa scolastica e 13 mila da investire nel turismo.

L’unico punto riguardante il suolo pubblico prevede, invece, la diminuzione da due metri ad un metro e venti, dell’ ampiezza di marciapiede che per legge deve essere lasciata al passaggio pedonale.

«Il motivo è che per lo più questo spazio viene utilizzato per l’allestimento di vetrine pubblicitarie da parte dei commercianti – spiega il sindaco -. Il risultato di questa scelta sarà una tassazione di un suolo pubblico, già effettivamente utilizzato ma gratuitamente – e continua – i punti principali del nostro programma, come ampiamente anticipato durante la campagna elettorale, riguarderanno il sociale con un occhio molto attento alle classi sociali più in difficoltà – continua – finanzieremo la distribuzione del cibo da parte degli enti di beneficenza direttamente a casa delle famiglie con difficolta; instituiremo delle borse di studio da destinare ai ragazzi che, nonostante i meriti, incontrano difficoltà economiche a proseguire gli studi – e conclude – ci impegneremo anche nelle opere pubbliche, come ad esempio, i lavori di pulizia del siluripedio e lo spostamento del parcheggio alla fortezza all’ incrocio fra via panoramica e via delle rose».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.