Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinema: Alessandro Haber, “Mi piace fare cortometraggi e stare tra i giovani, mi danno energia. Qui è un paradiso!”

L’attore è fino a domenica a Porto Santo Stefano quale giurato della seconda edizione del Pop Corn – Festival del Corto. In 350 ieri alle proiezioni della prima serata al piazzale dei Rioni   Ha dichiarato il sindaco Francesco Borghini: “Il Pop Corn è una manifestazione in linea con le nostre tendenze, vogliamo fare meno spettacoli ma di qualità. Il Pop Corn si inserisce in un percorso che eleva il livello e l’offerta per il pubblico”

Più informazioni su

PORTO SANTO STEFANO – “Sono felice di essere qui al Pop Corn Festival, tra i giovani che si mettono in gioco, mi danno molta energia”. Le parole sono quelle dell’attore Alessandro Haber, che ieri ha così dichiarato davanti a una platea di 350 persone, intervenute per la serata inaugurale della seconda edizione delPop CornFestival del Corto” a Porto Santo Stefano, nel piazzale dei Rioni, di fronte al mare dell’Argentario.

L’attore, al festival fino a domenica 29 luglio dove è presente come giurato per scegliere i vincitori tra 21 titoli, divisi tra corti d’autore e emergenti, è stato invitato dalla Pro Loco di Porto Santo Stefano, dai direttori artistici Francesca Castriconi e Alice Coiro, e dal regista Alessandro Capitani, presidente di giuria, con cui ha girato “In viaggio con Adele”, nelle sale il prossimo settembre, distribuito da Vision Distribution.

Il film, una commedia su una ragazza affetta da sindrome di Asperger, è il primo lungometraggio di Capitani, regista originario di Orbetello (vincitore nel 2016 del David di Donatello con “Bellissima”). Haber vi recita con Sara Serraiocco e Isabella Ferrari, su copione di Nicola Guaglianone, uno degli sceneggiatori del momento (tra gli ultimi titoli, “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti e “Benedetta Follia” di Verdone).

“In viaggio con Adele è una storia toccante, avrei voluto farne io il regista ma non avrei potuto recitarvi. Così mi hanno fatto vedere dei lavori di Capitani, mi sono piaciuti tanto che in una settimana abbiamo firmato il contratto! Sono qui a un festival di cortometraggi, io stesso ne ho fatti molti. Mi piace parteciparvi, perché incontri passioni e sogni di professionisti giovani che vogliono mettersi in gioco. Ciò mi dà molta energia, si può intuire il talento. Mi tuffo in un mondo di ricordi, rivedo me stesso in loro. Ho fatto anche molti festival ma questo ha qualcosa in più: a partire dal luogo, che è un paradiso. Spero di tornarci anche il prossimo anno, sarò il vostro incubo!”.

Il festival si è aperto con una tavola rotonda, coordinata dal giornalista Giovanni Bogani, presso l’Hotel Torre di Cala Piccola, a cui sono intervenuti anche il sindaco di Porto Santo Stefano Francesco Borghini, il vicesindaco Cecilia Costagliola, il costumista per film e serie tv Stefano Giovani, il giornalista e presidente di Cinemaitaliano.info Carlo Griseri, Manuela Rima di Rai Cinema e l’attore, la docente di storia dell’arte e Ersilia Agnolucci, l’illustratrice Nicoletta Ceccoli e il presentatore Andrea Dianetti.

Ha dichiarato il sindaco Francesco Borghini: “L’anno scorso ho partecipato al Pop Corn festival come spettatore: mi è così piaciuto, che da sindaco ho dato l’adesione a rifarlo, finanziandolo. Questa manifestazione è infatti in linea con le nostre tendenze, vogliamo fare meno spettacoli ma di qualità. Il Pop Corn ne fa parte, inserendosi in un percorso che eleva il livello e l’offerta per il pubblico”.

Ha aggiunto Alessandro Capitani, regista e presidente di giuria: “Il mio rapporto con il festival è quasi da padrino perché dall’anno scorso mi hanno coinvolto nell’organizzazione e fin dall’inizio mi è sembrato un gruppo davvero affiatato. Nel mio piccolo, ho cercato di dare una mano. Dico padrino perché lo vedo crescere e ne sono orgoglioso. Adesso è importante che negli anni su queste basi si possano creare anche altre occasioni, dando sempre di più l’opportunità a registi sia giovani che non di farsi conoscere. Se ci fossero più manifestazioni del genere sul territorio sarebbe fantastico perché potremmo far capire che con la cultura si mangia”.

Concludono le direttrici Francesca Castriconi e Alice Coiro: “Il legame del Pop Corn con il territorio è un legame d’amore perché lo scopo principale è promuoverlo tramite un evento culturale aperto a tutti. Poter portare un grande cinema a casa nostra non ha prezzo”.

La rassegna è prodotta dalla Pro Loco Porto Santo Stefano e realizzata grazie al contributo del Comune di Monte Argentario in collaborazione con l’associazione Argentario Art day. Il festival è in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana, con il sostegno della società di produzione Lux Vide, Banca Tema e azienda florovivaistica Albiati.

Ingresso libero alle proiezioni.

Per informazioni http://www.prolocomonteargentario.com/popcorn/

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.