Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

22 concerti e tanti altri eventi per la 38esima edizione del Grey cat jazz festival

GROSSETO – Benny Golson, Steve Coleman, Paolo Fresu, Enrico Rava: sono solo alcuni dei protagonisti del cartellone 2018 di Grey Cat Festival, sempre di più punto di riferimento per il live Jazz in Toscana ed in Italia. 22 concerti e tanti altri eventi all’insegna della musica di qualità, la valorizzazione del territorio e delle sue ricchezze.

Il concerto di apertura di questa nuova edizione vedrà protagonista la cantante e compositrice Maria Pia de Vito con il suo progetto “So Right” e sarà ospitato nella suggestiva barricaia della Rocca di Frassinello. La seconda data sarà tutta dedicata a due giovani e promettenti formazioni: “Lilac for People” della cantante Francesca Gaza e “In the Eyes of the Whale” di Michelangelo Scandroglio. Questo sarà anche il primo di 7 appuntamenti che coinvolgeranno il comune di Follonica: una giornata che vede nello stesso programma una masterclass dedicata all’improvvisazione avanzata, guidata da Stefano Cantini, la presentazione della nuova pubblicazione ispirata al lavoro teatrale e musicale “Io, John Coltrane” e un originale progetto con al centro la straordinaria fotografia di Pino Ninfa insieme a Giovanni Falzone e Alessandro Rossi; importante il calendario degli altri artisti in concerto: il Paolo Fresu Devil Quartet (a presentare il suo novissimo CD), il quartetto del leggendario Benny Golson (per la prima volta a Grey Cat) e “Dream Weavers” il progetto del sassofonista sardo Gavino Murgia, con il percussionista franco brasiliano Mino Cinelu ed il chitarrista vietnamita Nguyen Le;

I giorni 2 e 3 agosto ancora una volta vedranno il quartiere Senzuno di Follonica protagonista di una vera immersione totale nella live music e nelle arti: con Grey Cat Street Club una due giorni densi di concerti e performance; tra i protagonisti la Fantomatik Orchestra. Il tutto curato da Cantiere Cultura ed Associazione Real Giallu.

Il Cassero Senese di Grosseto ospiterà lo straordinario duo formato da Stefano Cantini e Antonello Salis ed una serata tutta dedicata al funk con la White Orcs (sul palco i migliori jazzmen toscani insieme al vocalist – ex Incognito – Momrelle). Anche il Castello di Scarlino sarà la suggestiva location per due concerti che spazieranno dal funk dei Funk Off accompagnati dalla voce di Karima al nuovissimo progetto che unisce Enrico Rava, uno dei più importanti trombettisti italiani e la pianista giapponese Makiko Hirabayashi. A Scarlino Scalo in occasione de “Lo scalo dei sapori” saranno protagonisti della serata il quartetto di Romina Capitani e il funk del progetto Superbad.

Sarà il quintetto del newyorkese Steve Coleman il protagonista del concerto presso il suggestivo scenario del Teatro delle Rocce di Gavorrano, anche per questo 2018 in collaborazione con il Festival Time in Jazz di Berchidda, mentre sempre a Gavorrano, presso la ex miniera di Ravi Marchi, si terrà una grande festa swing con la presenza del Nico Gori Swing Tentet con tanti ospiti. Straordinario l’evento programmato a Castelnuovo val di Cecina: la storia musicale di Gino Paoli e la sua inconfondibile voce dialogano con Danilo Rea, uno dei più grandi protagonisti della scena musicale italiana.

L’appuntamento nel nuovo spazio della Fortezza Aldobrandesca di Monterotondo Marittimo vedrà protagonista il pianista Dado Moroni con il suo trio, la piazza Solti di Castiglione della Pescaia vedrà impegnata la cantante Alessia Martegiani con il chitarrista Nicola Stilo, mentre a Vetulonia sarà il contrabbassista Raffello Pareti a presentare un nuovissimo trio con Roberto Cecchetto e Fulvio Sigurtà. Al debutto anche il progetto di Fabio Morgera, con un omaggio ad uno dei suoi ispiratori, Joe Henderson (presso il Parco Fonte di Vandro a Sassofortino) mentre nel Museo di S.Pietro all’Orto a Massa Marittima, che sarà sede di una importante mostra dedicata al Lorenzetti, sarà la volta di Mauro Grossi a presentare il suo quartetto con il sassofonista Gianluca Esposito.

«L’estate follonichese è ormai d più di 30 ani legata saldamente al festival jazz Grey cat – afferma l’assessore del Comune di Follonica Barbara Catalani – come ogni anno questo “spartito musicale” riesce a legare un intero territorio valorizzando i luoghi più significativi”. Il jazz ha il potere di riunire culture diverse, è un grande villaggio globale dove non esistono barriere né selezioni etniche, dove esiste un unico linguaggio universale: la musica».

«Il Comune di Grosseto ha il piacere di ospitare due serate dell’attesa, storica, rassegna di musica jazz ovvero il Grey Cat. E per dare accoglienza a questi concerti ha messo a disposizione uno dei palcoscenici più suggestivi del territorio: le Mura medicee con il Cassero senese – dice il vice sindaco di Grosseto e assessore alla Cultura Luca Agresti -. Sarà un abbinamento all’insegna della qualità. La qualità di un festival che offre un repertorio raffinato e artisti apprezzati sulla scena mondiale. La qualità di un luogo che trae forza nelle origini e nella storia della città e che mantiene viva nella cura delle sue radici un’identità che si è fatta cultura divenendo anche una delle maggiori attrattive per turisti e residenti. Con il Grey Cat, quindi, il cartellone degli eventi estivi si potenzia grazie anche alla sofisticata scelta musicale proposta».

Programma:

Venerdì 27 luglio, ore 21:30
Barricaia della Rocca di Frassinello – località Giuncarico, Gavorrano
MARIA PIA DE VITO “so right”
Maria Pia de Vito: voce, Enzo Pietropaoli: contrabbasso, Julian Oliver Mazzariello: pianoforte
“So right” è il primo omaggio discografico dedicato a Joni Mitchell. Il lavoro della cantante e compositrice Maria Pia de Vito ripercorre con grande leggerezza il versante jazzistico di Joni Mitchell riverificandolo attraverso le filosofie contemporanee. Una nuova interpretazione della produzione della Mitchell, che va a toccare anche brani nati dall’incontro di grandi jazzisti come Mingus, Pastorius, Whayne Shorter.

Lunedì 30 luglio, ore 21:30
Chiostro della Fonderia Leopolda, Follonica
Cena inaugurale a cura della Associazione Ristoratori Follonichesi
Grey Cat under 35
FRANCESCA GAZA, “LILAC FOR PEOPLE”
Francesca Gaza: voce, composizioni, Jacopo Fagioli: tromba, Francesco Panconesi: sax tenore, Federico D’Angelo: sax baritono, Lorenzo Pellegrini: chitarra, Luca Sguera: tastiere, elettronica, Alessandro Mazzieri: basso elettrico, Mattia Galeotti: batteria
‘Lilac for People’, con la produzione di Grey Cat Festival, è il progetto della cantante e cantautrice Francesca Gaza, vincitore del primo premio di composizione del MIDJ (Musicisti Italiani di Jazz). Ispirato ad artisti come Laura Mvula, Kenny Wheeler, Kimbra, Björk, unisce le radici fondate nel jazz ad un suono che si ispira più al pop e all’elettronica.
MICHELANGELO SCANDROGLIO “IN THE EYES OF THE WHALE”
Michelangelo Scandroglio : contrabbasso, Nicola Caminiti : sax alto, Jacopo Fagioli :tromba, Emanuele Filippi : piano, Luca Zennaro : chitarra, Evita Polidoro : batteria
Un vortice di influenze. Il sound elettrico del gruppo si forma prendendo spunto dalle melodie rockeggianti e malinconiche dei Radiohead e dei Beatles, ispirandosi fortemente al jazz contemporaneo di Ambrose Akinmusire e Gerald Clayton. Le composizioni, tutte rigorosamente originali, sono firmate dal contrabbassista e leader del gruppo Michelangelo Scandroglio. Il gruppo formatosi durante i seminari estivi di Siena jazz, è composto da alcuni dei più promettenti giovani musicisti italiani provenienti da varie parti del territorio nazionale.

Martedì 31 luglio, ore 21:30
Rocca degli Alberti, Monterotondo Marittimo
DADO MORONI trio
Dado Moroni: piano, Riccardo Fioravanti: contrabbasso, Stefano Bagnoli: batteria
Composizioni originali di Dado Moroni, standards e gustosi arrangiamenti di ciò che accomuna quasi tutti i musicisti dal jazz al pop al rock da sessant’anni ad oggi: il blues. E’ musica coinvolgente e travolgente, spontanea e proposta “a tutto cuore” da tre amici di origini lontane che, una volta sul palco, ci e si raccontano le loro storie.

Mercoledì 1 agosto, ore 21:30
Teatro all’aperto Ferriere, Follonica
PAOLO FRESU Devil Quartet
Paolo Fresu: tromba e flicorno, Bebo Ferra: chitarra, Paolino Dalla Porta: contrabbasso, Stefano Bagnoli: batteria
Dopo un’alba “elettrica” sulla scia della fortunata precedente esperienza del leader con il quartetto Angel, i nuovi “Devil” protagonisti di questa avventura hanno trovato nuova linfa creativa e macinato tanta esperienza e tanta strada nei territori della musica del nostro tempo. Fresu, Ferra, Dalla Porta e Bagnoli sorprendono ancora proponendo quello che sembrava essere stato il gruppo più “elettrico” del jazz italiano degli ultimi anni, in una versione completamente acustica, ribaltando canoni e abitudini.

Giovedì 2, Venerdì 3 agosto
Quartiere Senzuno, Follonica
GREY CAT STREET CLUB
Per iniziativa di Comitato Cantiere Cultura e Associazione Real Giallu, il 2 e 3 agosto le strade di Follonica (dal Quartiere Senzuno al centro cittadino) saranno coinvolte da un vasto programma di eventi. Giovedì e venerdì, presso Congo bar, dalle 18.30 ci saranno presentazioni di libri con aperitivo e musica live che giovedì vedrà protagonista Tito Blues. Al giardino della scuola di via Palermo sono in programma, alle 18.30, spettacoli delle scuole di musica e dalle 21.00 spettacoli di teatro. Giovedì 2, via della Repubblica, dalle 21.00 sarà animata dallo spettacolo “Danza e teatro” di e con Francesca Angotti e da musica jazz presso Ristorante Bezzuga, Congo Bar, Sox Cafè. Venerdì 3, via spiaggia di Levante ospiterà “Musica e balli popolari della tradizione italiana” con Francesca Angotti e i Suonatori della Boscaglia. Entrambi i giorni del festival, dalle 19.00 la FANTOMATIK ORCHESTRA, il progetto musicale diretto da Stefano Scalzi come gruppo funky, soul e rhythm’n’blues, con influenze etno, pop e dance suonerà nelle strade coinvolte e sulla spiaggia affiancando i vari spettacoli di artisti di strada. La giornata di venerdì 3 inizia con una matiné con musica jazz presso la pasticceria Peggi. Le due giornate si concluderanno presso Circolo Cala Violina.
Il 2 e il 3 agosto, nelle vie coinvolte, saranno presenti un mercatino dell’artigianato, del vinile e dell’editoria, installazioni artistiche e Street Art con gli artisti Mantica e Akita Manera. Sarà allestito uno Street Restaurant in via della Repubblica.

Sabato 4 agosto ore 21:30
Cassero Senese, Grosseto
STEFANO CANTINI – ANTONELLO SALIS ArDuo
Stefano “Cocco” Cantini: sax, Antonello Salis: pianoforte, fisarmonica
Durante le loro “quasi” quarantennali carriere sono stati compagni in esperienze tra le più diverse. Sono Band leader di avvincenti gruppi così come sideman di altri prestigiosi musicisti di livello internazionale. Adesso si ritrovano uniti in questo progetto che diventa una grande occasione per poterli ascoltare insieme.

Domenica 5 agosto ore 21:30
Teatro all’aperto Ferriere, Follonica
BENNY GOLSON QUARTET feat ANTONIO FARAO’
Benny Golson: sax, Antonio Farao: pianoforte, John Betsch: batteria, Gilles Naturel: contrabbasso
Universalmente noto come leggenda del jazz, compositore, arrangiatore, autore di testi, produttore, attore e sassofonista di fama mondiale, Benny Golson è autore di brani storici considerati a tutti gli effetti “standard”. Pochi musicisti jazz possono, come lui, essere menzionati come veri innovatori, ed ancora meno possono vantare una carriera che letteralmente ridefinisce il termine “jazz”. E’ accompagnato da uno dei migliori pianisti del panorama Jazz attuale Antonio Farao’.

Lunedì 6 agosto ore 18:30
Bagni Ausonia, Follonica
GIULIO STRACCIATI TRIO
Giulio Stracciati: chitarra, Guido Zorn: basso, Piero Borri: batteria
Il celebre chitarrista Giulio Stracciati riunisce sul palco due importanti nomi del jazz toscano: il batterista Piero Borri e il contrabbassista Guido Zorn. I tre musicisti hanno in comune una lunga carriera caratterizzata da una corposa attività concertistica, numerose registrazioni e collaborazioni con jazzisti italiani e internazionali.

Lunedì 6 agosto ore 21:30
Chiostro Fonderia Leopolda, Follonica
GAVINO MURGIA, MINU CINELU, NGUYEN LE
Dream Weavers
Gavino Murgia: sax, Mino Cinelu: percussioni, Nguyen Le: chitarra
Un viaggio tra suoni ancestrali e moderne derive jazzistiche con il nuovo progetto musicale che riunisce tre raffinati interpreti della musica improvvisata: il sassofonista e polistrumentista nuorese Gavino Murgia, il chitarrista e bassista di origine vietnamita Nguyên Lê e il percussionista e polistrumentista Mino Cinelu. Un Trio eclettico capace di spaziare dalla musica tradizionale del Vietnam a una molteplicità di generi e stili.

Martedì 7 agosto ore 21:30
Piazza Solti, Castiglione della Pescaria
NICOLA STILO – ALESSIA MARTEGIANI
Nicola Stilo: piano, chitarra, Alessia Martegiani: voce
Il duo della cantante Alessia Martegiani e del chitarrista Nicola Stilo nasce dalla reciproca passione per la canzone nella sua forma più pura e levigata. Il titolo del concerto, “Promenade for Two”, vuole dare conto di un percorso musicale vario che ha i suoi maggiori riferimenti nella nobile forma delle canzoni cosiddette “d’autore”. Una “passeggiata” senza confini di genere fra gli autori che più li hanno ispirati, in un’atmosfera intima, attenta ai particolari e concentrata sulla bellezza di melodie e armonie.

Mercoledì 8 agosto
Fonderia Leopolda, Chiostro ed altri spazi, Follonica
ore 15:00 – MASTERCLASS dedicata all’improvvisazione avanzata con Stefano Cantini e i sassofoni Borgani
ore 19:30 – IO, JOHN COLTRANE
Presentazione del libro – CD
Il sax di Stefano Cantini e la voce recitante di Daniela Morozzi, presentano “Io, John Coltrane” di Leonardo Ciardi e Valerio Nardoni. Il libro e il disco nascono dall’urgenza di evocare il respiro e i colori del mondo di Coltrane, di richiamarne l’immagine e la poetica, che si innesta nell’esigenza di unire la musica e il racconto.
ore 21:30 – PINO NINFA, GIOVANNI FALZONE, ALESSANDRO ROSSI “il tempo in posa”
Pino Ninfa: foto, Giovanni Falzone: tromba, elettronica, Alessandro Rossi: batteria, elettronica
Un progetto originale di viaggio per immagini nella memoria, nell’insensatezza di un tempo come il nostro che consuma e distrugge ricordi e territori, storie e identità. Un viaggio nelle bellezze dell’area mediterranea, nelle feste popolari, nei siti archeologici, nelle città patrimonio dell’Unesco, il mare, i festival jazz. Una sorta di itinerario circolare diviso in capitoli fornito dalle foto di Pino Ninfa, che la musica di Giovanni Falzone e Alessandro Rossi commenteranno, dando vita a un connubio fra fotografia e musica che farà dell’improvvisazione la sua cifra distintiva.

Giovedì 9 agosto ore 21:30
Cassero Senese, Grosseto
WHITE ORCS con TONY MOMRELLE
Vincenzo Genovese: leader, tastiere, Riccardo Onori: chitarra, Marco Galiero: basso, Francesco Cherubini: batteria, Luca Scorziello: percussioni, Dario Cecchini: sax baritono, Luca Signorini: sax tenore, Luca Ravagni: sax contralto, Andrea Tofanelli: tromba, Mirco Rubegni: tromba, Andrea Lagi: tromba, Stefano Scalzi: trombone, Francesco Cangi: trombone, Nadyne Rush: vocals, Greta Mirall: vocals, Ilaria Giannecchini: backing vocals, Fiammetta Orsini: poledancer
Prima assoluta per l’orchestra di Vincenzo Genovese che incontra sulla sua strada il talento vocale di Tony Mombrelle, ex vocalist di Incognito. La White Orcs nasce come un incontro fra il talento del pianista Vincenzo Genovese e l’entusiasmo di un’idea che vuole unire ed allo stesso tempo sfidare le cornici culturali dei popoli. Un progetto di scambio fra radici culturali che sfida le tradizioni ad amalgamarsi sullo stesso palco invitando altri artisti ad interpretare il ritmo del Fun(k)!

Venerdì 10 agosto ore 21:30
Riarnoli, Via Monte Cimone, Castelnuovo Val di Cecina
GINO PAOLI E DANILO REA
Due come noi che…
Gino Paoli: voce, Danilo Rea: piano
Prosegue il successo dell’avventura live di Gino Paoli e Danilo Rea, con lo spettacolo “Due come noi che…”, un concerto unico, a base di voce, pianoforte e improvvisazione. Un prezioso esempio, di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale, con una scaletta aperta che spazia tra le canzoni più amate di Gino, chicche dei cantautori genovesi, l’omaggio alla musica napoletana e a quella francese.

Sabato 11 agosto ore 21:30
Castello di Scarlino
FUNK OFF 20Th Anniversary sp. guest KARIMA
Dario Cecchini: band leader, sax baritono, Paolo Bini: tromba, Mirko Rubegni: tromba, Emiliano Bassi: tromba, Sergio Santelli: sax contralto, Tiziano Panchetti: sax contralto, Claudio Giovagnoli: sax tenore, Yuri Romboli: sax tenore,Giacomo Bassi: sax baritono, Nicola Cipriani: sax bariton, Giordano Geroni: sousaphone, Francesco Bassi: rullante, Alessandro Suggelli: cassa, Daniele Bassi: percussioni, Luca Bassani: piatti
I Funk Off celebrano nel 2018 i venti anni dal loro primo concerto. Lo faranno accompagnati dalla splendida voce di Karima, che da anni collabora con loro. I Funk Off nascono dall’idea musicale di Dario Cecchini, leader e fondatore della band, di unire le proprie composizioni piene di groove, melodia, ritmo ed energia al movimento. La loro è la storia di un’idea musicale cresciuta nell’amicizia. Ancora oggi sono l’espressione più compatta della musica intesa come condivisione, unione, gioco di squadra.

Domenica 12 agosto ore 21:30
Museo San Pietro all’Orto, Massa Marittima
MAURO GROSSI quartet con Gianluca Esposito
Mario Grossi: pianoforte, Amedeo Ariano: batteria, Luca Bulgarelli: contrabbasso, Gianluca Esposito: sax
Un nuovissimo repertorio per il quartetto del pianista toscano Mauro Grossi. In attesa della uscita del loro nuovo CD una importante occasione per ascoltare una formazione consolidata, ed arricchita dalla presenza del sassofonista Gianluca Esposiito.

Lunedì 13 agosto ore 21:30
Teatro delle Rocce, Gavorrano
STEVE COLEMAN AND FIVE ELEMENTS
Steve Coleman: alto saxophone, Jonathan Finlayson: trumpet, Kokayi: vocals, Anthony Tidd: electric bass, Sean Rickman: drums
Un nuovo progetto per Steve Coleman, ad agosto eccezionalmente in Italia per due concerti, presso Time in Jazz di Berchidda e Grey Cat. E’ riconosciuto come una delle figure più influenti della scena musicale afroamericana. Da oltre trent’anni guida il progetto Five Elements. In questo concerto, con lui sul palco due collaudati compagni di viaggio,  il bassista Anthony Tidd e il batterista Sean Rickman, oltre al giovane trombettista Jonathan Finlayson e la voce di Kokayi. Elemento fondante della sua musica è il continuo rinnovamento, la ricerca delle forme musicali espressione di cambiamenti, movimento, innovazione, sempre rifiutando etichette di stile e di genere.

Martedì 14 Agosto ore 21:30
Piazza del museo archeologico, Vetulonia
SIGURTA’/CECCHETTO/ PARTETI
Raffaello Pareti: contrabbasso, Roberto Cecchetto: chitarra, Fulvio Sigurtà: tromba
Tre leaders, tre forti personalità uniti da una passione comune: il peregrinare incessante nelle terre di confine dove il jazz e le molteplici suggestioni che provengono dai suoni del mondo contemporaneo si fondono. Il lavoro di ricerca timbrica già intrapreso dai tre musicisti con i loro personali progetti trova in questa formazione l’occasione per arricchirsi di nuovi colori e l’ascoltatore è trasportato in un universo espressivo in cui il paesaggio che fa da sfondo alla narrazione muta di continuo per volgersi ora al Mediterraneo, ora in direzione di sonorità più tipicamente urbane e funk.

Giovedi 16 agosto ore 21:30
Parco di Fonte Vandro, Sassofortino
FABIO MORGERA TRIO “Tributo a Joe Henderson”
Fabio Morgera: tromba, Matteo Addabbo: tastiere, Andrea Beninati: batteria
Fabio Morgera è sempre stato un amante della musica di Joe Henderson, di Woody Shaw, e di tutto il movimento musicale afroamericano del ’68 e dei suoi risvolti politici e sociali. Quando ha scoperto di essere nato lo stesso giorno di Joe Henderson, sebbene 26 anni dopo, si è immerso ulteriormente nella sua musica. Questo progetto è un tributo alla musica del grande sassofonista americano, un tributo nel quale Morgera usa anche l’elettronica e che sarà tema principale di un disco con ospite Stefano “Cocco” Cantini.

Venerdì 17 agosto, ore 21:30
Ex Miniera Ravi Marchi, Gavorrano
NICO GORI SWING 10TET
Nico Gori: clarinetto, direzione e arrangiamenti, Vladimiro Carboni: batteria, Nino Pellegrini: contrabbasso, Piero Frassi: piano, Renzo Cristiano Telloli: sax alto, Moraldo Marcheschi: sax tenore, Tommaso Iacoviello: tromba, Silvio Bernardi: trombone, Mattia Donati: chitarra, voce, Michela Lombardi: voce, Jacopo Crudeli: presentatore, voce Ernesto Tacco: tip tap
Una produzione targata Pisa Jazz e ideata da Nico Gori che presenta un repertorio formato da brani della tradizione delle storiche big band, di autori come Benny Goodman e Count Basie e brani originali dello stesso Gori, sempre ispirati alla tradizione dello swing anni ’30 e ’40. Seppur con un organico ridotto rispetto alla big band classica, gli arrangiamenti, il sound ricercato e la scelta del repertorio sono volti a recuperare quel rapporto fra musica, spettacolo e ballo proprio delle grandi orchestre jazz di quegli anni.

Sabato 18 agosto, ore 21:30
Castello di Scarlino
ENRICO RAVA – MAKIKO HIRABAYASHI quartet
Enrico Rava: tromba, Makiko Hirabayashi: piano, Francesco Ponticelli: contrabbasso, Enrico Morello: batteria
Enrico Rava, un musicista poliedrico che, ancora oggi, prosegue instancabile nel suo intento di intraprendere nuovi percorsi e collaborazioni artistiche. La collaborazione la pianista Makiko Hirabasci è nata da un colpo di fulmine professionale avvenuto durante il tour di Enrico Rava in Giappone. Ai due si affianca la coppia ritmica formata da due giovani promesse del jazz italiano, Francesco Ponticelli al contrabbasso e Enrico Morello alla batteria.

Domenica 26 agosto, dalle ore 19:00
Piazza Gramsci, Scarlino Scalo
in occasione de “Lo Scalo dei Sapori”
ROMINA CAPITANI QUARTET
Romina Capitani: voce, Riccardo Galardini: chitarra, Paolo Corsi: batteria, Giacomo Rossi: contrabbasso
La cantante Romina Capitani, in questo progetto prodotto da Grey cat, è affiancata da nomi di spicco della scena musicale jazzistica italiana: Riccardo Galardini alla chitarra, Paolo Corsi alla batteria e il contrabbassista Giacomo Rossi. La sua musica si ispira alla tradizione jazzistica e alle deviazioni contemporanee della scrittura e del cantautorato più intimo ed espressivo.
SUPER BAD
A Funk Experience
Il funk quello puro, un impasto di groove, energia e sezione fiati. Un percorso storico dai primi anni ’80 ad oggi. Dai JB’s a Maceo Parker, da Marvin Gaye a Trombone Shorty passando dai Daft Punk. Il gruppo capitanato dal sassofonista Marco Caponi è composto da sei elementi. Sei musicisti, sei diverse provenienze musicali che si fondono con l’obiettivo di riproporre il sound che sta alla base della loro comune passione. Perchè come direbbe Lui, “It’s all about Love” (M. Parker).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.