Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’estate del Teatro delle Rocce: i Negrita aprono una nuova stagione di cultura ed eventi

Da sabato 21 luglio al 25 agosto un programmache propone grandi eventi internazionali, concerti, teatro e cinema

GAVORRANO – I Negrita e il pianista e compositore Roberto Cacciapaglia, il jazz di Steve Coleman; come sempre il Grey Cat e la compagnia Katzenmacher. Sono solo alcuni degli appuntamenti della prossima stagione al Teatro delle Rocce di Gavorrano(nella foto da sinistra: Serena Rossini, Lidia Bai, Andrea Biondi, Alessandra Casini).

Un’estate che si conferma ricca di appuntamenti, a partire dalla sua inaugurazione, sabato 21 luglio, con il grande concerto dei Negrita. Una programmazione di qualità e di richiamo, con ospiti internazionali e musicisti di richiamo per il grande pubblico che viene anche da fuori provincia.

Si tratta di un’offerta particolarmente interessante anche perché non coinvolge solo l’area del Teatro delle Rocce, ma location altrettanto suggestive, sebbene più intime, come la recuperata miniera di Ravi Marchi.

«Abbiamo fatto la scelta culturale – spiega il sindaco di Gavorrano Andrea Biondi – di proporre tre eventi importanti di caratura internazionale al Teatro delle Rocce e di affiancare a questi altri eventi, più di nicchia, nella miniera di Ravi Marchi. Per me questo rappresenta soltanto l’inizio perché in futuro vorrei riuscire a creare un calendario di eventi in tutte le nostre frazioni. Mi piacerebbe anche che, insieme agli altri Comuni, riuscissimo a dare vita ad un festival che sia di tutto il territorio del nuovo ambito turistico, un festival da affiancare a quelli esistenti che valorizzi sempre di più i nostri luoghi».

Una scelta che si inserisce perfettamente nel contesto del Parco delle Colline Metallifere. «Il Teatro delle Rocce – aggiunge Lidia Bai presidente del Parco – è il cuore del Parco ed è uno dei suoi simboli. L’attività artistica si sposa con gli obiettivi e le priorità che stanno nella mission del Parco, cioè la valorizzazione della cultura, della memoria e della storia di questo territorio».

Gli spettacoli in programma, che hanno sempre al centro il teatro e la musica come forme di arte, seguono anche quest’anno una linea ben definita. «Il fine – dice il direttore artistico del festival Alessandra Casini – è sempre quello di esaltare la bellezza del luogo e di onorare la narrazione e la ricerca artistica attraverso il teatro».

Più nello specifico, l’offerta 2018 prevede: il 21 luglio il concerto dei Negrita “Desert yacht club”, dal nome dell’album uscito lo scorso 9 marzo che comprende undici tracce inedite. Il titolo è un vero e proprio omaggio ad un luogo d’ispirazione: l’omonima oasi creativa fondata da Alessandro Giuliano nel deserto di Joshua Tree in California. Il 28 luglio sarà la volta del compositore e pianista Roberto Cacciapaglia con il suo Quarto Tempo Celebration Tour. Il compositore, astro della scena musicale internazionale, mixa tradizione classica e sperimentazione elettronica. Sarà una esibizione al tramonto in una dimensione intima e avvolgente. Dal 2 al 5 agosto sarà la volta della compagnia Katzenmacher, la compagnia teatrale residente. A Ravi Marchi Alfonso Santagata e i suoi attori porteranno gli Ubu. Mostruosi e ridicoli, fantocci crudeli e idioti più degli uomini, gli Ubu trucidano i nobili della famiglia del re Venceslau per appropiarsi dell’ori e delle corone. L’invenzione di lazzi e volgarità, di crudeltà e divertimento, ci accompagnano verso la farsa nera degli Ubu.

Sempre la compagnia Katzenmacher, assieme alla Gog Magog, sarà protagonista l’11 agosto con “Solitudini nel caos della notte” «una notte caotica e deviata, indicazione di amori guasti». Il 13 agosto è invece la volta del Grey cat jazz festival con un grande della musica internazionale, Steve Coleman al sax e assieme a lui si esibiranno altri quattro musicisti. Il 17 agosto è la volta di Nico Gori swing 10tet una produzione che prevede la partecipazione di alcuni giovani musicisti del territorio toscano a fianco di affermati artisti della costa tirrenica. Infine il 25 agosto a Ravi Marchi la stagione si chiude con L’ornitorinco, un film con Carlo Monni sulla provincia italiana. Un paese spaccato, straniato in cui si muove Annibale il protagonista.

INFO

www.teatrodellerocce.it

fb teatro.dellerocce

Comune di Gavorrano

Tel 0566 844247

teatrodellerocce@comune.gavorrano.gr.it

Porta del Parco Nazionale di Gavorrano

Tel 0566 846231

parcogavorrano@tiscali.it

Nuova Pro Loco Gavorranese

Tel 0566 846282

prolocogavorrano@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.