Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sei maremmano se dici: “misammillanni”. Debutta la nuova rubrica su IlGiunco.net

Più informazioni su

GROSSETO – Sei maremmano se dici: misammillanni! Sì, tutto attaccato, per rendere meglio il suono che viene fuori quando, in una conversazione, uno se ne esce con questa tipica espressione gergale maremmana. La Maremma, come del resto tutta la Toscana, non ha veri e propri dialetti, quanto, piuttosto, espressioni tipiche, suoni, parole, un gergo, insomma, che talvolta in maniera quasi onomatopeica rende alla perfezione uno stato d’animo, un umore, un sentimento.

Si tratta, non di rado, di espressioni venate anche di sano sarcasmo, di sottile ironia e presa in giro, perché noi maremmani siamo fatti così: all’apparenza ruvidi, dritti alla sostanza delle cose, poveri (almeno in passato) di tutto, ma non nel linguaggio, dove, anzi, a dire il vero, è sempre stato possibile sbizzarrirsi per dire e non dire, sollazzarsi o ironizzare, pungere o sdrammatizzare. Non potevamo inaugurare una rubrica come questa non partendo, pertanto, da una delle espressioni più tipiche, divertenti e “complicate” (per chi maremmano non è) che: misammillanni! Ma cosa vuol dire esattamente? In una conversazione la si usa per dire, in altri termini, non vedo l’ora.

E’ un’espressione che contiene in sé un misto di premura-preoccupazione, ma anche di speranza che la situazione nella quale ci si trova (pesante, oppure noiosa o stancante) finisca prima o poi (meglio prima che poi). Per cui: “Misammillanni che finisca questo caldo!”, oppure “Misammillanni di finì di paga’ il mutuo”, o ancora: “Misammillanni che questi figlioli crescano!”. Insomma…misammillanni!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.