Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Acqua Village lancia Loko: lo scivolo di “fuoco” unico al mondo. Tutte le FOTO e il VIDEO fotogallery video

Lo “scivolo di fuoco” di Acqua Village accende la stagione estiva 2018 di Cecina. L’innovativo scivolo promuove un sinergico sviluppo turistico tra pubblico e privato 

Più informazioni su

CECINA (LI) –  Tuffarsi all’interno di un vulcano in eruzione alto 17 metri e largo 12 scivolando su un fiume di lava incandescente per poi riemergere in una splendida piscina, tra palme e prati verdi è oggi possibile grazie a Loko, lo scivolo di fuoco del parco Acqua Village che accende la stagione estiva 2018 di Cecina, e non solo.

Loko (Acqua Village) 2018

La nuova attrazione acquatica realizzata dalla società Gespark, (proprietaria di Acqua Village), unica al mondo grazie alla tecnica di proiezione 3D Projection Mapping usata per la prima volta a 360°, si inserisce perfettamente nella collaudata e sempre più apprezzata offerta turistica della città di Cecina e della splendida provincia in cui è immersa. Ogni anno infatti si registrano nel Livornese più di 1milione e 300mila turisti (ultimo dato disponibile 2015), di cui 360mila provenienti da Paesi europei, in primis Olanda, Francia e Germania.

Un risultato che affonda le radici in una sinergica collaborazione tra pubblico e privato finalizzata a valorizzare il territorio e in una comune idea di accoglienza, specie se si tratta di turismo familiare che trova in un ottimo rapporto qualità prezzo la sua principale leva di attrazione. 

«Ogni anno Acqua Village Cecina presenta nuovi servizi e attrazioni che lo rendono un parco tra i migliori e i più belli d’Italia – dichiarano il sindaco Samuele Lippi e l’assessore alle Attività produttive Antonio Giuseppe Costantino –. Un parco bellissimo che conferisce alla nostra città un valore aggiunto dal punto di vista turistico, diventato negli anni una delle sue attrazioni maggiori, per cui come Amministrazione comunale non possiamo che essere felici della presentazione di questo nuovo e unico, nel suo genere, scivolo di fuoco, certi che l’investimento avrà buoni ritorni per tutto il nostro territorio».

Loko (Acqua Village) 2018

«In questi 26 anni – dichiara Marcello Padroni, proprietario e fondatore di Acqua Village Water Parks – ho sempre creduto nelle grandi opportunità che offrono i parchi tematici e acquatici nella promozione turistica di un territorio, una risorsa anche in termini occupazionali, attrattivi ed economici. Nei 3 mesi di attività sono circa 350 gli operatori, fra bagnini, tecnici, personale della ristorazione, della sicurezza e operatori ecologici, che accolgono ogni anno nei parchi di Cecina e di Follonica una media di 273.000 visitatori, provenienti anche dall’estero (il 20%). Con l’apertura di Loko, prevediamo un aumento degli ospiti del parco del 7%. Sono sicuro che i risultati ottenuti fino a oggi porteranno nuove soluzioni sempre più innovative e collaborazioni sempre più virtuose fra pubblico e privato, per entrambe le parti».

LOKO: tutto quello che c’è da sapere – Tuffarsi all’interno di un vulcano in eruzione alto 17 metri e largo 12 scivolando sulla lava: ora è possibile grazie a Loko, lo scivolo di fuoco, la grande novità unica nel suo genere per la stagione 2018 di Acqua Village Cecina.

A rendere Loko un’esperienza unica, multisensoriale, immersiva ed elettrizzante è la tecnica di proiezione 3D Projection Mapping, usata per la prima volta a 360° in un’attrazione acquatica, per simulare in modo completamente realistico la caduta in un enorme cratere hawaiano in eruzione.

Un vero viaggio all’interno di una montagna di fuoco su uno scivolo inside lungo 55 metri percorribile con speciali gommoni, tra immagini digitali, suoni, nebulizzazioni, un fiume di lava virtuale e grandi maschere Tiki; Loko è nato dopo 2 anni di cantiere grazie al lavoro di un grande team di 60 persone, fra ingegneri, professionisti, scultori, tecnici audio e video, che hanno realizzato una struttura di 90 tonnellate di poliuretano e cemento, con scenografie, 6 videoproiettori e 40 nebulizzatori di acqua sincronizzati con l’audio di 8 casse.

Ogni aspetto della maxi attrazione, 100% made in Italy, è stato curato fino al minimo dettaglio: dalla scenografia realizzata da un team di scultori guidati da Raffaele Lattuada – fra cui svettano due mascheroni Tiki alti 5 metri e mezzo – ai colori tipicamente hawaiani – toni caldi sul marrone, il nero e il rosso –,  dall’impianto audio di ultima generazione firmato dall’azienda Arch Tecnology – con suoni che richiamano una vera eruzione vulcanica – fino ai nebulizzatori di acqua che creano sensazioni e giochi di luce senza eguali all’interno del cratere.

Loko (Acqua Village) 2018

Il progetto di 3D Projection Mapping, iniziato da un’idea di Riccardo Fara, direttore creativo di Acqua Village Water Parks, disegnato in collaborazione con Marco Bressan, mente dell’azienda Ozlab Funfactory, è stato poi realizzato ad hoc dallo studio 4DODO, specializzato in scenografie virtuali: per realizzare le grafiche i tecnici hanno scansionato l’intera superficie interna del vulcano con scanner laser (Stonex X300); da qui è stata ricavata una nuvola di oltre un milione di punti, poi elaborata per ricavare un modello 3D del cono del vulcano. Sopra questo modello sono stati infine “scolpiti” digitalmente i volumi per poi passare alla pittura digitale delle forme, aggiungendo animazioni ed effetti di colata della lava, magma, luci e ombre, fumo, proiettati a 360 gradi sull’intera superficie.

Loko è inserito all’interno di Lua Pele, l’Isola dei vulcani ispirata alle Hawaii, già vincitrice del Premio speciale della giuria Parksmania 2017: l’area di 2.500 m2 conta la presenza anche di Waho, lo scivolo volante, che ti lancia dentro un enorme mascherone Tiki con un effetto boomerang, e Wailele, una laguna relax con 6 cascate a sfioro alte 3 metri e la principale che parte dalla cima del vulcano.

«Con l’apertura di Loko – dichiara Marcello Padroni, ideatore, fondatore e proprietario di Acqua Village Water Parks, che raggruppa anche il “fratello” di Follonica i nostri parchi raggiungono una nuova importante tappa nella loro costante evoluzione: siamo l’unico parco italiano a tematizzazione hawaiana e ogni anno confermiamo l’impegno dinamico e di crescita nel panorama del divertimento dei parchi acquatici del Paese, considerando tra l’altro che siamo una realtà a conduzione familiare. L’obiettivo è ora consolidare il nostro brand per renderlo sempre più riconoscibile e attrattivo, per il territorio toscano e per l’Italia intera».

Acqua Village è nato nel 1993 da una felice intuizione di Marcello Padroni, che è entrato nel consiglio direttivo della rete Parchi permanenti italiani-Anesv, l’associazione di categoria che rappresenta oltre 50 strutture, tra cui 35 parchi acquatici, 10 parchi a tema e 5 acquari e zoosafari, che accolgono ogni anno più di 17 milioni di persone, con un fatturato complessivo di oltre 350 milioni di euro (dati Siae 2016). Le due strutture di Acqua Village Water Parks, ospitano insieme 12 differenti tipologie di scivoli (8 a Cecina, 4 a Follonica), per un percorso complessivo di oltre 2 chilometri, 6.000 metri cubi di acqua in movimento, sette piscine, 500 ombrelloni, punti ristoro per tutti i gusti, animazione e spettacoli.

Gli Acqua Village Water Parks, inseriti in un contesto artistico e turistico dal grandissimo richiamo come quello della Toscana, sono un chiaro esempio di come l’industria dell’intrattenimento sia ormai diventata anche nel nostro Paese a tutti gli effetti un’arte, dove lo studio delle tematizzazioni, la maestranze tecniche che curano ogni dettaglio e investimenti oculati portano alla creazione di vere e proprie zone di relax, di svago e di divertimento dedicate a tutta la famiglia e ai turisti che sempre più numerosi frequentano questa splendida regione e l’Italia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.