Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sicurezza stradale, strisce pedonali rialzate: «I progetti ci sono ma mancano i soldi»

GROSSETO – «L’Associazione “Grosseto al centro” sostiene da sempre la necessità di aumentare la sicurezza dei pedoni su tutto il territorio Comunale. A tale proposito, nei giorni scorsi abbiamo incontrato l’assessore alla viabilità Fausto Turbanti, il funzionario dell’Ufficio Traffico e Mobilità, Samuele Guerrini e il dirigente Felice Carullo, a seguito delle nostre lettere, a cui è seguita risposta scritta da parte dell’Ufficio Traffico e Mobilità» a dirlo è la stessa associazione in una nota.

«Durante l’incontro abbiamo nuovamente fatto appello all’Amministrazione Comunale affinché si adottino con decisione gli attraversamenti pedonali rialzati definitivi, come quelli in via Estonia, e le isole pedonali salvagente, come quelle in via della Pace – dice Grosseto al centro – si sostituiscano gli attraversamenti pedonali provvisori, per esempio in via della Repubblica e via Cimabue, con quelli definitivi, poiché costituiscono una barriera architettonica per le persone con disabilità; si adottino le barriere pedonali in prossimità di scuole e altre situazioni critiche affinché i pedoni utilizzino esclusivamente le strisce pedonali per attraversare».

«Dall’incontro sono emersi dei punti fondamentali – illustra la nota – i dati indicano che gli attraversamenti pedonali rialzati, che il Ministero distingue chiaramente dai dossi, riducono la velocità di tutti i veicoli in media del 30%, rendendo nettamente più sicuro per i pedoni attraversare la strada; nelle vie di Grosseto in cui sono stati realizzati, non si sono più registrati incidenti mortali; il transito dei mezzi di soccorso non ne vieta l’adozione (2° direttiva del 2006 del Ministero dei Trasporti); la scarsità di risorse economiche per prevenire gli incidenti; Regione e Ministero finanziano là dove si sono già, purtroppo, verificati incidenti gravi».

«L’incontro – spiega l’associazione – si è concluso con l’invito da parte dell’ing. Guerrini a rivederci nel mese di luglio, dopo aver preso visione e aver fatto una riflessione su ogni singola segnalazione riportata nel documento consegnato, in modo da poterci ulteriormente confrontare per trovare insieme ai cittadini la soluzione ad ogni singola questione. L’Associazione Grosseto al centro è sempre aperta alla raccolta di nuove segnalazioni da parte dei cittadini (email: info@grossetoalcentro.it).

«L’assessore Turbanti – conclude la nota – ci ha detto che circa metà delle criticità indicate nel documento consegnatogli è già stata affrontata o è nelle progettualità di esserlo. Una parte di tali segnalazioni non sarebbe però di competenza del Comune, come alcune strade provinciali e la zona Saracina (riguardo via Marchetti la lottizzazione non sarebbe a norma ed è in corso un contenzioso, con la conseguenza che l’ufficio dei Lavori Pubblici del Comune non può prendere in carico la zona). L’assessore, riconoscendone l’utilità, ci ha confermato che 2/3 attraversamenti pedonali rialzati sono già stati proposti per via Stati Uniti d’America; il progetto sarebbe pronto, ma è necessario trovare le risorse economiche per realizzarlo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.