Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Predazioni: «La propaganda è finita. Ora l’amministrazione ci dica quali sono le soluzioni»

MAGLIANO IN TOSCANA- «Cara vice sindaco Pastorelli, ora la propaganda è finita, quindi la invito a realizzare misure concrete sul problema della predazione» a parlare è Fausto Bandinelli, responsabile agricoltura della segreteria provinciale del PD di Grosseto, che prende atto della sconfitta nella recente tornata elettorale, ma inizia a pungolare l’amministrazione rispetto a soluzione sui problemi concreti.

«Prendo atto con rammarico che l’esito elettorale non ci ha dato ragione – prosegue Bandinelli – avete vinto e questo è un dato di fatto. Non per questo mi esimo dal rimarcare lo sciacallaggio politico da lei fatto riguardo alle predazioni, che a onor del vero le ha portato anche un buon risultato, avendo ottenuto poco meno delle duecento preferenze.
Ora però voglio avvertirla che inizia il bello in quanto la propaganda fine a se stessa e secondo me, anche a tratti ingannevole, verrà alla luce. Aver sfruttato una categoria disperata per i problemi di cui è stato a lungo dibattuto, è stata una mossa astuta ma politicamente non onesta. A Magliano governa il centro destra e il civismo citato in campagna elettorale non esiste, se mai vi fosse stato qualche dubbio».

«Al governo centrale vi sono coloro in cui vi riconoscete e quindi attendiamo segnali concreti ed imminenti – sottolinea il responsabile territoriale Pd – Desta la mia curiosità quanti lupi, grazie a lei e al governo attuale, verranno uccisi e catturati, quante recinzioni verranno finanziate e quanti ed altri e nobili misure verranno prese a favore della pastorizia. Riguardo a un dibattito pubblico, a cui qualcuno dei componenti il comitato pastori d’Italia da lei creato mi ha invitato, nome peraltro altisonante come nello stile che vi contraddistingue, comunico che non mi sottraggo, per dimostrare il contrario di quanto dite e cioè che sarei meno interessato alla categoria dei pastori.
Persone lodevoli a cui dedico tutto il mio plauso, che custodiscono il territorio e svolgono il lavoro richiedente immensi sacrifici durante trecentosessantacinque giorni dell’anno».

«Sono a disposizione per ogni eventuale chiarimento – conclude Bandinelli – sicuro che le propaganda che avete perpetrato negli anni ora avrà seri problemi di attuazione. Una categoria è stata illusa ed il tempo lo dimostrerà chiaramente».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.