Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Decoro in città: «Ci sono angoli deturpati. Tanti gli appelli ma nessun miglioramento»

FOLLONICA – «Ormai da diversi anni, nonostante articoli e interventi che si susseguono sul decoro urbano, non vediamo attività di miglioramento che questa Giunta ha messo in atto»
inizia così una nota di Filippo Asta, consigliere comunale del Gruppo misto.

«Tutti gli anni – prosegue Asta – siamo costretti a sensibilizzare l’Amministrazione a causa dei numerosi angoli deturpati di Follonica, che è e resta una città turistica e come tale va trattata. Il bello e il curato piace a tutti, soprattutto a noi follonichesi che viviamo ogni angolo della città, ma dobbiamo anche far trovare una città pulita e accogliente a turisti e visitatori».
Come? Secondo Asta ci sono precise priorità da affrontare: «Pinete e spazi verdi dovrebbe essere vere e proprie oasi per i bambini, vogliamo le isole pedonali più pulite con la cura dell’arredo urbano mentre invece siamo costretti a vedere lampioni e vasi imbrattatati dagli animali che fanno i loro bisogni. Inoltre si possono migliorare i servizi pubblici, la raccolta del cartone e dell’immondizia ad esempio è ancora in corso in tarda mattinata, per non parlare di gente che dorme sulle panchine o che chiede le elemosina».

Per l’esponente di minoranza, in questi anni non sono mancate soltanto le idee, ma anche e soprattutto una strategia di lungo respiro: «Bisogna una volta per tutte pianificare e mettere in campo risorse energie per eliminare le criticità – incalza Asta – e nello stesso tempo aumentare il controllo e la sicurezza, allontanare e multare chi danneggia la cosa pubblica, chi sporca, chi imbratta e chi bivacca. Bisogna iniziare a ragionare per migliorare ogni angolo della città, non solo le rotatorie in centro. Dobbiamo tutti insieme impegnarci per una Follonica più pulita e più sicura, considerare la città come la nostra casa, dove accogliamo i nostri ospiti e vogliamo fare bella figura, ma soprattutto dobbiamo vivere e far vivere la nostra città sicuri che il prossimo anno il cliente torni nella perla del Golfo».

Asta in conclusione chiede al sindaco Andrea Benini «Cosa sta facendo e quali iniziative sta programmando sul decoro urbano. Perché bisogna prepararci al futuro, ma il futuro è oggi e domani è troppo tardi».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.