Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, il Perugia gemellato con la Maremma: l’iniziativa arriva dall’ Argentario

PORTO SANTO STEFANO – «In quest’ultimo mese la Società Sportiva Argentario ha visto concludere la prima stagione sportiva iniziata quasi un anno fa con una nuova dirigenza» a parlare è la società che fa un bilancio del primo anno di attività dopo le modifiche al vertice.

«Inutile nascondere che il gruppo originario del direttivo ha avuto bisogno di un assestamento, ma ha sempre garantito alle attività sportive del Piccolo Maracanà una “navigazione” regolare, senza grandi intoppi – illustra la società – l’aver superato i 230 tesserati e il bel successo della quindicesima edizione del Trofeo “P. Berni” sono solo due esempi dei risultati conseguiti durante la stagione 2017/18 e per i quali il nostro sincero ringraziamento va a tutti i dirigenti, anche quelli che si sono allontanati, agli accompagnatori, ai collaboratori, agli istruttori, alle squadre e ai genitori dei tanti bimbi e ragazzi che frequentano regolarmente l’impianto sportivo».

«Tali risultati – sottolinea la Società Sportiva Argentario – sono il punto di partenza per la prossima stagione, su cui siamo già impegnati e su cui discuteremo durante l’assemblea di luglio, appuntamento che vedrà, oltre che l’innesto di nuovi dirigenti e un riassetto delle cariche, l’approvazione del bilancio consuntivo. Tra l’altro, con l’obiettivo di dare un impulso qualitativo alla nostra Scuola Calcio, stiamo già lavorando con la A.C. Perugia per un accordo biennale di affiliazione legato al Progetto Football Academy, che prevede una stretta cooperazione tra le due scuole calcio e la possibilità di usufruire degli impianti della squadra del Grifone».

«In questo quadro – conclude la società – mantenendo l’impegno della neutralità politica, la nostra società si farà carico di attivare un canale di collaborazione con la nuova amministrazione comunale, finalizzato a promuovere al meglio la cultura dello sport, ad alzare l’attenzione verso i problemi delle infrastrutture sportive e a mantenere la continuità delle nostre attività anche qualora – in un prossimo o lontano futuro – il Campo Sportivo dovesse essere interessato a progetti di riqualificazione dell’area del Campone».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.