Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atletica, campionato italiano: Grosseto conquista le finali con Andrea De Simone

GROSSETO – Doppia impresa del giovane maremmano Andrea De Simone. Nei campionati italiani allievi di Rieti, il 17enne portacolori dell’Atletica Grosseto Banca Tema conquista due finali nazionali con altrettanti record personali. Sulla pedana del lungo atterra a 6.60 nel terzo e ultimo tentativo del turno eliminatorio, dopo aver aperto con 6.35 e 6.05 che non avrebbero consentito di superare la qualificazione. Il salto conclusivo è quello che decide le sorti della gara, per un bel progresso rispetto al 6.51 del suo precedente limite. Poi in finale si piazza decimo con un altro pregevole balzo a 6.50.

L’atleta allenato da Alessandro Moroni riesce a ripetersi nel salto in alto che lo vede salire a 1.89 per la prima volta in carriera, anche qui nella terza e ultima prova a disposizione, con ben quattro centimetri di miglioramento e il dodicesimo posto. Nella successiva finale commette tre nulli alla quota di ingresso di 1.85, che prima della rassegna tricolore under 18 rappresentava il suo record. «Entrambi i risultati – commenta la società – assumono ancora più valore se si considera che il biancorosso ha recuperato un gran numero di posizioni rispetto alle graduatorie di accredito (dove era rispettivamente 41° nel lungo e 31° nell’alto) e che è rientrato in questa stagione dopo quasi due anni di stop».

Sui 400 ostacoli Matteo Leccadito manca di poco il passaggio del turno con il secondo posto nella sua batteria in 57”19 e chiude dodicesimo nel riepilogo complessivo. Per il non ancora 17enne seguito da Stefano Teglielli, un crono non troppo distante dal 56”75 che valeva una delle otto corsie di finale. Nel martello un’altra buona prestazione dell’appena 16enne Lorenzo Bigazzi, che realizza la sua seconda misura di sempre con 52.14 e il diciottesimo posto totale. Ma il lanciatore cresciuto sotto la guida di Francesco Angius è il sesto tra gli atleti nati nel 2002 e quindi al primo anno di categoria, un risultato che fa ben sperare per la prossima stagione. Sempre nel lungo, 28° posto di Guglielmo Mainetti in qualificazione: 6.21 controvento (-2.1) per il 16enne saltatore allenato da Fabio Olivelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.