Quantcast

Trombì si dimette da segretario del Pd: «Il partito va rilanciato. Manterrò la tessera»

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – «Come già anticipato questa mattina al segretario provinciale del mio Partito, Gesuè Ariganello, rimetto il mio mandato da segretario dell’Unione comunale del PD di Monte Argentario tramite dimissioni immediate ed irrevocabili». Giuseppe Trombì, segretario Pd eletto solo il 22 febbraio scorso ha rassegnato le proprie dimissioni.

«Spero, con questo atto dovuto, di eliminare un ostacolo alla ricomposizione ed al rilancio del Partito sul nostro territorio, all’archiviazione delle polemiche e dei dissidi che lo hanno lacerato negli ultimi mesi. Conservo e rinnoverò la mia tessera perché intendo partecipare alla vita del PD locale e portare, ove possibile, il mio contributo. Un ringraziamento sincero, pieno di gratitudine alle 89 persone che hanno scritto il mio nome sulla scheda elettorale. Grazie! Ed infine le mie congratulazioni alla lista capitanata da Francesco Borghini ed a tutti gli eletti in Consiglio Comunale, con l’augurio sincero di buon lavoro per il bene ed il progresso di tutto l’Argentario». Conclude Trombì.

Più informazioni su

Commenti