Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Iacomelli: «Accordicchi per farmi fuori, ma non ci sono riusciti». Attacchi a Di Curzio e Biondi

GAVORRANO – «Nonostante accordi ed accordicchi trasversali per riuscire ad escludere l’ex Sindaco dal Consiglio Comunale, Elisabetta Iacomelli, rappresenterà la sua lista sui banchi dell’opposizione». Inizia così la nota firmata da Elisabetta Iacomelli che siederà come capogruppo della lista “Gavorrano per Iacomelli” nei banchi dell’opposizione.

«Per la serietà e la determinazione che mi caratterizzano sarò presente in Consiglio comunale – spiega Iacomelli -, credo che la tempestiva scelta del candidato Di Curzio di dimettersi immediatamente contrasti con ogni elementare principio di coerenze e serietà». La Sua età era consona per fare il Sindaco ma non per rappresentare i cittadini sui banchi dell’opposizione? Strano pensiero».

«Il mio rammarico è di non veder presenti in Consiglio Comunale rappresentanti della lista di Daniel Pertusati, ma sono a loro disposizione per accogliere e tutelare le loro richieste, auspico che facciano tesoro dell’esperienza fatta e siano determinati a continuare in questo percorso. Il mio compito sarà quello di vigilare sulla continuità dei progetti iniziati durante il mio mandato, purtroppo dalle prime dichiarazioni del Sindaco Biondi appare un’ingenua inconsapevolezza sulla situazione degli enti ed in particolare del Comune di Gavorrano. L’attuale Sindaco ha comunque a disposizione una solida base da cui partire, un piano operativo interamente finanziato, un progetto di Spraar diffuso che riverserà sul territorio dei Comuni aderenti circa cinque milioni di euro, un piano delle assunzioni approvato e finanziato, un progetto di ambito turistico già operativo ed altro ancora… tutti elementi che io non ho avuto la fortuna di trovare e che ho dovuto creare dal nulla. Auspico anche che il Sindaco faccia tesoro della mia esperienza nella composizione della giunta, tenga conto delle competenze, della disponibilità al lavoro ed al sacrifico, dei contributi dati nei Consigli comunali, comprendo che per lui è un arduo compito, rispettare le promesse, le aspettative, i proclami. Auguro comunque a tutti, in particolare all’assessore di Caldana, un buon lavoro nei rispettivi ruoli, il mio sarà di stimolo e controllo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.