Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Scarlino com’era”: tre mostre raccontano il territorio tra foto, aquiloni e dipinti

Più informazioni su

SCARLINO – Tre mostre in contemporanea sul tema “Scarlino com’era” in programma nei giorni 14, 15 e 16 giugno. Il coordinamento Vita, che da oltre un decennio unisce le iniziative culturali con il sostegno alle persone più deboli, dopo 10 anni di corsi di formazione sui più svariati temi di attualità, ha deciso di cambiare il consueto appuntamento annuale e uscire dalle stanze di formazione per muoversi in mezzo alla gente e coinvolgere tutti i cittadini per riscoprire il senso di appartenenza e d’affezione al proprio paese.

Con il patrocinio del Comune di Scarlino dal 14 al 16 giugno si terranno tre mostre nelle varie frazioni scarlinesi; la prima di natura fotografica grazie alle foto d’archivio di Giancarlo Grassi e del gruppo fotografico scarlinese, che si svolgerà nella sala consiliare di Scarlino capoluogo. La seconda, a cura di Fabiano Vignali, costruttore scarlinese di aquiloni e ormai conosciuto in tutto il mondo, sarà una mostra di oggetti e utensili antichi dei vecchi mestieri e verrà allestita al magazzino della Solmine di Scarlino Scalo. Infine, nella sala Auser di Puntone, sarà allestita una mostra di pittura con le opere di numerosi artisti locali.

«La nostra amministrazione- sottolinea il sindaco Marcello Stella- punta molto sulle iniziative culturali e vorrei rimarcare il prezioso lavoro che il coordinamento svolge da anni. Le iniziative di questo tipo hanno un’importanza fondamentale, non solo culturale ma anche sociale, per tutta la nostra comunità».

Le iniziative del coordinamento Vita, di cui fanno parte le otto associazioni di volontariato locali Aido, Amu, Auser Scarlino Scalo, Auser Puntone, Avis, Croce Rossa, Uic e Scarlino Soccorso, si concluderanno con la tradizionale cena di solidarietà, domenica il 17 giugno, il cui ricavato sarà interamente destinato alle famiglie in difficoltà del territorio comunale e durante la quale verranno premiati tutti i protagonisti delle mostre.

«Quest’anno –spiega Valeria Terreni, coordinatrice del coordinamento Vita, lo scopo è rievocare i tempi passati e ritrovare il senso di appartenenza a questo paese. Vogliamo rendere protagonisti proprio tutti, nonostante le differenze di ognuno, e stimolare durante le varie mostre una conversazione tra vecchi e nuovi paesani, che potranno così diventare luoghi piacevoli d’incontro e intrattenimento».

Gli orari delle mostre saranno le seguenti: dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 17 alle ore 22.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.