Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le multe virtuali arrivano in città: a staccare i primi verbali saranno gli studenti

GROSSETO – «Venerdì 8 giugno, in piazza Dante a partire dalle 8.30, gli alunni di alcune classi V dei comprensivi 1-2-3-5 , assistiti dalla Polizia municipale, si dedicheranno – per le vie del centro storico – alla loro attività di “vigilanza” e sanzione ai cittadini che non rispettano le regole del Codice della strada» ad annunciarlo è il Comune di Grosseto che illustra la manifestazione, organizzata in collaborazione con l’associazione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, Anmil, la Polizia Municipale e i Servizi educativi.

Sarà la giornata finale del progetto Multa Virtuale, iniziato lo scorso febbraio con l’attivazione di azioni di sensibilizzazione e formazione indirizzate ai ragazzi delle classi V attraverso incontri con l’associazione italiana dei ciechi e degli ipovedenti – Sezione provinciale di Grosseto e con i vigili urbani, con il contributo dei Servizi educativi del Comune.

«L’auspicio – dice il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna – è quello di sensibilizzare i bambini e i cittadini ai valori, alle buone pratiche e alle norme dell’educazione civica, sociale e stradale, in modo da rendere i ragazzi cittadini consapevoli e attenti e gli adulti più rispettosi delle regole e delle persone».

«La collaborazione tra vari settori del municipio continua a dare i suoi frutti – dicono gli assessori alla Pubblica Istruzione Chiara Veltroni e alla Polizia municipale Fausto Turbanti -: in questo caso l’obiettivo comune è investire nella responsabilizzazione dei ragazzi per garantire un futuro migliore alla comunità grossetana in termini di rispetto e sicurezza».

La manifestazione si aprirà alle 8.30 con il saluto del sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e gli assessori Fausto Turbanti e Chiara Veltroni, mentre alle 11,30, nell’aula magna dell’Università, è prevista la premiazione degli autori del miglior elaborato fra quelli prodotti dalle classi partecipanti «Questa creazione – conclude l’Ente – sarà utilizzata come frontespizio del libretto delle multe virtuali utilizzato dai ragazzi».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.