Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gessi rossi, De Sensi: «Nessun accordo per portarli a Gavorrano se vince Iacomelli»

GAVORRANO – Il programma della lista Iacomelli non prevede alcun accordo con chi produce questi rifiuti speciali, in caso di vittoria della Iacomelli. È questa la posizione che i Verdi, che sostengono la candidatura del sindaco uscente, portano all’attenzione degli elettori.

«Che il confronto politico a Gavorrano – si legge nella nota dei Verdi – avesse raggiunto livelli di scontro inediti, lo si evince sfogliando le pagine virtuali di Facebook e seguendo i botta e risposta sui giornali quotidiani; nelle scorse settimane i Verdi, tramite il portavoce provinciale Fernando Bolognesi, aveva annunciato l’appoggio al Sindaco uscente Elisabetta Iacomelli e alla sua lista nuova di zecca, illustrandone i motivi e condividendone il programma. Andrea de Sensi il prescelto dal partito del Sole che ride come suo rappresentante».

Proprio lui si trova oggi a denunciare di essere additato quale sostenitore dell’uso dei gessi rossi nelle cave del Comune minerario. «Alcuni elettori storici dei Verdi – aggiunge De Sensi -, nonché amici fraterni, mi hanno segnalato che nel porta a porta in uso in questi giorni, alcuni rappresentanti di liste antagoniste alla nostra, danno per certo che in caso di vittoria della Lista “Gavorrano per Elisabetta Iacomelli Sindaco “ le nostra cave “ospiteranno” quei rifiuti. Ci tengo a fare alcune precisazioni: il programma della Lista Iacomelli, che noi Verdi abbiamo condiviso, non prevede alcun accordo con chi produce questi rifiuti speciali, in caso di vittoria della Iacomelli, di presa in carico di tale materiale; non c’è alcun iter avviato dalla Amministrazione uscente da fermare o rivedere; qualcuno si dimentica che i Verdi sono stati per anni, anche da chi oggi si erge a paladino della difesa ambientale, oggetto di isolamento politico perché accusati di essere nemici dei lavoratori; i Verdi da sempre invocano e dove hanno potuto (Porto Marghera ad esempio) il principio di precauzione e continueranno a farlo anche a Gavorrano; Il sottoscritto candidato alle regionali anni fa, ha rischiato bastonate dai lavoratori sguinzagliati dall’azienda e denunce dalla stessa, solo per aver girato un video in zona limitrofa al polo di Scarlino».

«La presenza dei Verdi in Consiglio Comunale, deve essere vista come una presenza di “garanzia” sulla tutela ed il rispetto dell’ambiente e della salute. Chi sparge notizie false e tendenziose danneggia la comunità e sé stesso».

«A fine giugno incontrerò il Ministro Costa e gli chiederò di farsi garante del rispetto delle normative e della verifica di tutta la situazione, ricordo infatti che il Ministero dell’Ambiente può anche decidere o meno se, come e dove utilizzare o smaltire quei materiali».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.