Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Raduno Ferrari, Cinelli: «Evento significativo. Con noi le buone iniziative cresceranno»

MAGLIANO IN TOSCANA – «Anche in questi ultimi giorni di campagna elettorale, un certo schieramento politico non ha desistito dal criticare importanti iniziative avvenute a Magliano con il solo scopo di attaccare la mia lista e metterci in difficoltà. Un tentativo misero, come quello di asserire che non abbiamo un programma scritto. Poiché abbiamo a cuore il futuro di questo territorio ci sentiamo dunque in dovere di raccontare la verità dei fatti» Diego Cinelli, candidato Sindaco della Lista Civica “Magliano Comune Aperto” commenta in questo modo alcune dichiarazioni degli avversari.

«Due i punti, in questa occasione, sui quali vogliamo fare chiarezza e questo perché l’elettore di Magliano deve avere ben chiaro il comportamento dei nostri oppositori. Il primo punto – spiega Cinelli – è il nuovo seggio che sarà allestito a Pereta, un risultato ottenuto grazie all’impegno della Pro Loco locale e della nostra candidata Mirella Pastorelli che, in collaborazione con il Commissario Sergio Di Iorio, hanno messo fine a ciò che, secondo noi, era un’inaccettabile ingiustizia. Domenica 10 giungo dunque, i residenti di Pereta, potranno andare a votare nel seggio messo a punto nell’abitazione di Claretta e Carla Rossi, due sorelle alle quali vanno la mia stima e i miei ringraziamenti, che si trova sotto la volta nella parte alta di Pereta. Grazie a questo impegno, un’abitazione è stata trasformata, secondo le norme, in seggio elettorale e i residenti potranno evitare di raggiungere Magliano per espletare un loro diritto».

“Altra questione – aggiunge Cinelli – è la rabbia con la quale è stata accolta una delle più significative manifestazioni della zona: il quarto Raduno delle Ferrari. Forse a qualcuno non piace, forse torna scomodo ammetterlo, ma questa manifestazione è stata ideata dalla mia precedente amministrazione. Un evento che fa conoscere Magliano in Toscana fuori dai confini regionali, che richiama amanti delle “rosse”, dei motori, e di chi vuol vivere un turismo di qualità. Ricordiamo ai critici di mestiere, che sono stati molti i ferraristi che hanno soggiornato sul nostro territorio prima e dopo l’evento, c’è chi ha preso contatto con le strutture ricettive per tornare».

«Per una questione di buon gusto e di ospitalità dunque giudichiamo fuori luogo e offensive le affermazioni fatte sui social ai possessore delle Ferrari. Avere 30 Ferrari a Magliano non è poca cosa –conclude il candidato- ricevere ringraziamenti e la promessa che torneranno ci dice che la nostra idea è stata vincente. La politica, quella buona, dovrebbe lavorare per incentivare ogni iniziativa positiva e non affossarla. Questo è quello che noi intendiamo con “lavorare per il bene comune” e questo faremo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.