Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Maremma da primato: ecco Essentia naturae, il vino rosso tutto biologico senza solfiti aggiunti fotogallery

Un vino completamente biologico prodotto da un’etichetta made in Maremma

Più informazioni su

ARCILLE – L’ultimo nato in casa La Pieve si chiama Essentia naturae, un vino rosso senza aggiunta di solfiti, biologico, fatto con uve Sangiovese, Sauvignon cabernet e Petit verdot, completamente made in Maremma. L’azienda di Arcille, di proprietà della famiglia Petri, è da sempre profondamente legata al territorio e un’ulteriore prova è il suo nuovo prodotto. La Pieve è in attività da oltre 50 anni: prima il frantoio, poi l’agriturismo a Stribugliano e infine anche la produzione di vini.

Lo sviluppo aziendale, a partire dagli anni Novanta, è stato indirizzato alla specializzazione colturale di olio e vino attraverso l’adesione a disciplinari di produzione di qualità e, parallelamente, ristrutturando gli antichi casali di Stribugliano con l’obiettivo di realizzare un’attività di ricezione turistica. «Nel 2012 – spiega Luca Petri, titolare dell’azienda – ho iniziato a pensare alla produzione vinicola, spinto dalla richiesta degli ospiti del nostro agriturismo che chiedevano spesso di assaggiare vini fatti da La Pieve. Da qui nascono i vini bio e vegan de La Pieve: Rosso, Bianco, Rosato e Malombra. L’anno scorso poi abbiamo iniziato a riflettere sull’aggiunta di solfiti: volevamo togliere anche l’ultimo passaggio potenzialmente allergenico, rendendo il vino completamente naturale. Un percorso che ha richiesto tempo e studio: i solfiti aggiunti servono a stabilizzare la fermentazione dell’uva che altrimenti potrebbe continuare anche dopo che il prodotto è stato imbottigliato».

A supporto dell’azienda c’è l’alta qualità delle uve coltivate nelle vigne di Stribugliano: affinché il processo di fermentazione si compia alla perfezione servono infatti uve ottime. Un altro passaggio fondamentale è l’imbottigliamento. «I solfiti sono antiossidanti naturali – continua Petri – ma l’aggiunta rispetto a quelli che sono in natura spesso provoca l’intollerabilità del vino, non solo per chi è allergico ma, anche se in forma minima, per tutti coloro che lo bevono. Un ritorno alle origini, proprio come esprime il nome Essentia naturae, l’essenza stessa della natura è contenuta nella nostra etichetta. Oltre a questo, abbiamo voluto che in questo vino ci fosse la nostra terra: la Maremma. Dal progetto grafico alla modella, volto di Essentia, passando per la fotografia e la comunicazione: tutto è nato qui. E’ un prodotto veramente made in Maremma». La distribuzione nei ristoranti e nei punti vendita è già iniziata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.