Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ex Aeronautica, Scotto sceglie l’assessore che se ne occuperà: ecco chi è

MONTE ARGENTARIO – La lista “Argentario: il progetto” ha presentato ufficialmente tutti gli interventi previsti nell’area dell’ex Aeronautica, annunciando che ci sarà un assessore esterno dedicato, Marcello Mentini, il quale, in caso di vittoria, nei prossimi cinque anni si dedicherà alla realizzazione delle opere.

E’ avvenuta davanti a una platea gremita e attenta la presentazione dei progetti che la lista, capeggiata dal candidato Luigi Scotto, ha per l’area dell’ ex Aeronautica «In caso di vittoria – dice il candidato a sindaco – non lasceremo che quella dell’Aeronautica rappresenti per l’Argentario l’ennesima occasione persa. Abbiamo intenzione, nel caso saremo eletti, di prendere saldamente in mano le redini dell’area: 30 ettari che rappresentano una reale opportunità di sviluppo per il territorio del comune, sia in termini di servizi, che economici e turistici».

La prima questione da chiarire è quella relativa alle bonifiche dei serbatoi, che tanto sta facendo discutere durante questa agguerrita campagna elettorale «In questo momento, non amministrando – spiega Scotto – non abbiamo accesso ai documenti ufficiali, ma, in primo luogo, dobbiamo tenere conto di ciò che sostengono gli attuali amministratori e, inoltre, fonti interne all’Aeronautica Militare ci confermano che i serbatoi sono stati già bonificati al 90% e sono in sicurezza, perciò percolamenti sono altamente improbabili. Per terminare le bonifiche, quindi, manca solo la tombamento dei serbatoi, che avviene attraverso l’immissione di una sabbia particolare che esaurisce l’ossigeno e garantisce la messa in sicurezza, un’operazione che si aggira intorno ai 2 milioni di euro».

Scotto, quindi, smentisce le teorie di chi parla della necessità di ingenti interventi di bonifica «Non capiamo – aggiunge – da dove saltino fuori le cifre astronomiche di cui parla qualcuno, senza presentare alcun documento che le comprovi, né, tantomeno, l’intenzione di, e cito, “ridare indietro le chiavi” dell’area. Da parte nostra lo consideriamo un grave errore di valutazione, che sottrarrebbe ai cittadini un’occasione unica per lo sviluppo del comune e aprirebbe al rischio di speculazioni, grazie alle quali si arricchirebbero in pochi, o, ancor peggio, a un utilizzo che, piuttosto che un beneficio, potrebbe rappresentare un danno per il territorio, come la realizzazione di un centro d’accoglienza».

Entrando nello specifico, il progetto per l’ex Aeronautica prevede, in primo luogo, la realizzazione di strutture dedicate all’economia del mare, quello che nel programma è chiamato il “Parco Tecnologico” «Il parco – illustra Scotto – prevede l’installazione di corsi universitari e centri di ricerca legati alla nautica. Nel campo della nautica, oggi, la ricerca si concentra su due elementi: gli stabilizzatori, che devono essere realizzati per garantire la stabilità anche di barche dalle dimensioni ridotte, e sull’efficientamento energetico delle imbarcazioni, volto alla salvaguardia dell’ambiente. Il parco sarà gestito da una fondazione di partecipazione, un partenariato pubblico privato di cui il Comune rimarrà alla guida, che prevede la partecipazione di altri Enti pubblici, delle università e delle aziende. I brevetti che poi dovessero scaturire dall’attività di ricerca, saranno a disposizione delle aziende di Monte Argentario per aumentarne la competitività».

Ma il progetto Aeronautica non prevede solo il parco tecnologico «I 30 ettari dell’area saranno utilizzati anche per la creazione di un polo di formazione dei marittimi – sottolinea il candidato sindaco – per spostare il mercato del martedì e le attività di servizi, Poste e confraternite, che attualmente sono sul lungomare, per aumentare la vocazione turistica dello stesso lungomare. L’ex Aeronautica ospiterà anche un ambulatorio e un asilo diurno per animali domestici, con relativa area sgambamento da dare in gestione all’associazione animalista del territorio , un parco attrezzato per bambini, un eliporto. Nell’area, con il tempo, realizzeremo inoltre una cittadella dello studente, che ospiti elementari, medie e superiori, con le relative strutture sportive, un teatro, che possa essere usato come cinema e sala conferenza, che aiuti lo sviluppo del turismo convegnistico. Il sogno, poi, è realizzare anche polo sportivo che possa ospitare grandi manifestazioni di carattere internazionale, ma per ora questa è solo un’idea che arriverà a coronamento del progetto».

L’uomo chiave del progetto, l’assessore che Scotto, in caso dovesse essere eletto, chiamerà a occuparsi dell’ex Aeronautica è Marcello Mentini «Un top manager – conclude il candidato – che si occupa di partenariati pubblico privati ed è un massimo esperto nel campo del reperimento dei finanziamenti europei. Marcello si dedicherà interamente alla realizzazione dei progetti previsti per l’area, che sono stati pensati esclusivamente a beneficio dei cittadini».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.