Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atterrato oggi il primo volo Grosseto-Berna «Una grade opportunità per l’economia» fotogallery

GROSSETO – È atterrato (e ripartito) oggi il primo volo Grosseto-Berna. Per la prima volta un volo di linea, a differenza del passato dove sono sempre arrivati voli charter, atterra allo scalo civile Baccarini. «Questo è un aeroporto piccolo e dinamico – afferma Tommaso Francalanci presidente Seam – lo sbarco e l’imbarco sono veloci e facili e in mezz’ora riusciamo ad imbarcare circa 200 persone. Il volo di linea è più facile da fruire e da prenotare. Ci sono state da affrontare molte di difficoltà, e ce ne sono ancora, ma ci siamo riusciti».



«Sono convinto che il primo volo odierno da Berna in Maremma rappresenta solo l’inizio di una lunga storia di successo – afferma Martin Inäbnit, Presidente e CEO di SkyWork Airlines -. Forse non lo sapete: tutti gli svizzeri sognano profondamente la Toscana, il fantastico paesaggio e la gente cordiale. SkyWork Airlines è una compagnia aerea piccola. Riusciamo a concorrere nel gruppo dei più grandi solo grazie alle nostre innovazioni e alla nostra qualità. La nostra responsabilità nei confronti degli azionisti non ci permette di dire “ci proviamo”. Il nostro modello aziendale consiste nel fatto di trovare delle “perle”, non ancora scoperte dagli altri, e Grosseto è una di queste perle».

Francalanci ha poi ringraziato il 4° Stormo e il comandante Marco Lant per il contributo «Siamo una squadra – ha sottolineato Lant parlando del 4° Stormo – all’interno di quella che è la nostra missione ci sono spazi negoziabili all’interno dei quali ci siamo mossi così da condividere un piccola porzione di cielo».

Francalanci ha poi ricordato la disponibilità di Enac «Quando la compagnia ci ha contattato temevamo di perdere questa opportunità e così ho chiesto un incontro ad Alessio Quaranta che si è subito detto disponibile ad aiutarci». «Puntare su scali come questo è un valore aggiunto» ha commentato Quaranta, direttore Enac.

L’assessore regionale Stefano Ciuoffo ha parlato di tempi maturi, «le sinergie si sono allineate in tempi brevi. È un modo per dare alcune risposte ad un gap infrastruttutrale che questa provincia vive, ovviamente è solo una parte delle risposte che questa provincia attende e he ha così tante potenzialità non colte».

Riccardo Breda presidente della Camera di commercio afferma: «Siamo stati uniti. Ci siamo trovati a dire tutti sì ad un progetto che ha avuto una gestazione rapida, a vantaggio di un territorio che ha bisogno proprio di questo: di unità. La condivisione di un percorso da parte di tutti gli attori istituzionali coinvolti, in grado di lavorare sui propri distinti ambiti in armonia, porti grandi risultati destinati a incidere veramente sulla nostra comunità e la sua economia. Mi auguro che molti altri ne possano nascere, tutti a vantaggio dei cittadini e delle imprese grossetane».

Il capogruppo in Regione Leonardo Marras parla di prospettive che si aprono per questo territorio: «il turismo deve essere sempre più fonte di ricchezza. Se avessimo ascoltato chi riteneva che quella dello scalo fosse una esperienza finita oggi non saremo qui e invece siamo ad un’ora e un quarto da Fiumicino. Questa è una società che ha sempre mantenuto i bilanci in utile e se siamo qui è merito di Renzo Alessandri che ci ha sempre creduto».

«Una giornata storica per Grosseto, una vittoria di tutta la città, che nasce dalla sinergia tra molti soggetti, perché solo insieme si vince – afferma il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Nasce dal rapporto positivo tra Comune e Seam, la cui proficua collaborazione ha portato, tra l’altro, al rinnovo della concessione ventennale dopo 20 anni. Proprio con Seam siamo impegnati nel potenziamento dell’incoming sul territorio, attraverso lo sviluppo pacchetti ad hoc con tour operator per allungare la stagione turistica. Solo tutti insieme possiamo perseguire il medesimo scopo e far fare il salto di qualità al turismo maremmano».

Prima del volo è stata scoperta una targa con i nomi di tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo primo traguardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.