Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#Amministrative2018 Cinelli: «Partiremo delle frazioni, iniziato il monitoraggio»

MAGLIANO IN TOSCANA – “Le frazioni sono la nostra forza e le loro necessità sono un nostro impegno. Il comune di Magliano non dovrà avere aree di serie A e aree di serie B” lo dice Diego Cinelli, candidato sindaco per la lista civica “Magliano Comune Aperto”, che ritorna a parlare del suo progetto di governo.

“Una democrazia partecipativa che coinvolga tutti i soggetti del territorio è la mia ricetta – prosegue il candidato – che porterò avanti se sarò eletto, un obiettivo che, per essere concreto e credibile, deve necessariamente partire dalla frazioni”.

“Ripartiamo da dove ci hanno interrotto, riprendiamo le fila del nostro Programma per il bene comune e lavoriamo affinchè non ci siano residenti di serie A e di serie B. Le frazioni sono una ricchezza e un valore aggiunto per Magliano- spiega Cinelli- per questo intendo dar voce e ascolto a chi vi risiede, organizzando una vero e proprio Consiglio Comunale itinerante a cadenza mensile dove rappresentanti dell’Ente incontreranno i singoli cittadini, le associazioni e i comitati. Siamo convinti che valorizzare queste aree, e ascoltare chi bene le conosce, significhi dare forza a tutto il territorio”.

“Siamo consapevoli – continua il candidato – che le risorse economiche del Comune sono risicate, per questo non promettiamo miracoli, tuttavia ci impegniamo a garantire ogni sforzo per recuperare l’esistente, migliorare laddove è necessario e intervenire dove ci sono lacune. Stiamo predisponendo una ricognizione delle frazioni perchè vogliamo capire le necessità, le esigenze e le preoccupazioni di chi ci abita. Sicurezza urbana e del territorio, decoro, parcheggi, tutela del verde e dei parchi gioco, monitoraggio dei palazzi di nostra competenza, risistemazione del manto stradale e massima attenzione per le strade poderali. Sono questi tra punti più urgenti sul tavolo”.

“Nel dettaglio- illustra Cinelli – abbiamo già individuato aree dove posizionare le telecamere di sorveglianza come già fatto a Magliano; diciamo no all’arrivo di altri migranti e verificheremo la possibilità di chiedere alle forze dell’ordine maggiori e capillari controlli; puntiamo ad avere contatti costanti con il Consorzio di Bonifica per il monitoraggio delle zone; abbiamo già individuato aree da destinare a parcheggio e quando sarà necessario ad eventi e a manifestazioni e, infine, stiamo raccogliendo informazioni in merito alle condizioni delle strade principali e di quelle secondarie. Nostra priorità sarà anche garantire collegamenti pubblici per studenti, pendolari ma anche per gli anziani da e per le frazioni”.

“Non mancherà inoltre il nostro appoggio ad ogni iniziativa atta a promuovere i prodotti locali – conclude Cinelli – gli incontri di questi giorni sono fondamentali per costruire un futuro di inclusione delle frazioni, ci consentono infatti di avere il termometro delle necessità dei nostri concittadini. Anche per il futuro, intendiamo motivare i residenti a far nascere interessanti spunti di riflessione sulle tematiche da approfondire. Crediamo profondamente nelle democrazia partecipativa, per questo ci mettiamo a disposizione del flusso di idee e delle richieste dei singoli territorio. Tutto il comune di Magliano in Toscana dovrà svilupparsi insieme, ogni frazione con la sua tipicità e identità, mai oscurata dalle decisioni del palazzo centrale”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.