Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In vetrina gli eroi del defibrillatore: premi a chi ha salvato una vita

Più informazioni su

GROSSETO – Sabato 5 maggio nell’aula magna del polo universitario in via Ginori, 43, dalle ore 15 alle ore 18, si terrà a Grosseto il Blasd Angels 2018, seconda edizione del premio a carattere regionale quale riconoscimento a tutti quegli operatori laici che nel corso del 2017 hanno contribuito a salvare vite umane con l’uso sapiente del defibrillatore nella nostra regione.

“Blsd Angels 2018” rappresenta un’importante occasione di confronto per fare il punto della situazione sui territori cardio-protetti, sul lavoro svolto dall’associazione e dalle altre associazioni presenti su tutto il territorio regionale e su quanto resta ancora da fare per una corretta sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza. Durante l’evento saranno presentate storie di vita e di cittadinanza attiva e consapevole: storie di persone comuni che, effettuando alcune semplici operazioni, hanno salvato altre vite grazie al Dae.

La cerimonia prevede un breve intervento dei vari partner sul tema e sulla realizzazione di zone cardio protette e la premiazione dei segnalati da tutta la regione. Un premio speciale verrà assegnato a Daniela Aschieri di Piacenza per aver creato il ‘Progetto Vita’ a livello nazionale e a Maurizio Cecchini di Pisa per il suo grande lavoro nella diffusione del progetto stesso. La cerimonia vedrà presenti ospiti le autorità locali, regionali, le associazioni, volontari, cittadini e studenti.

A rappresentare le istituzioni l’assessore alla sanità e sociale Mirella Milli, il Direttore dell’Usl Enrico Desideri, il direttore del dipartimento di emergenza-urgenza e medicina specialistica, il presidente di Siena Cuore Juri Gorelli, il consigliere regionale Leonardo Marras, il presidente Irc-Com Dora Caputo Sapri. Presenti il presidente dell’Associazione Amici del Cuore di Grosseto Alberto Cresti e il dirigente scolastico Alfonso Di Pietro dell’Istituto Leopoldo II di Lorena. La cerimonia della premiazione Blsd Angel fa seguito alla mattinata di formazione all’utilizzo del Dea di circa 400 ragazzi dell’istituto superiore Leopoldo II di Lorena, classi IV e V , al campo scuola Bruno Zauli.

Il premio è stato indetto e promosso da Siena Cuore Onlus su tutto il territorio regionale per far conoscere l’operato delle tante realtà esistenti e sensibilizzare la cittadinanza al tema.

“Cerimonie come queste sono intrise di significati e messaggi da consegnare a tutti – dicono Mirella Milli e Giacomo Cerboni, assessori rispettivamente al sociale e al bilancio del Comune di Grosseto – Intanto perché testimoniano risultati preziosi e incoraggianti, poi perché sono il segno di un impegno e di una attenzione verso la sacralità della vita da difendere rispetto a qualunque tipo di rischio. Questa iniziativa ci permette anche di ricordare quanto sia importante l’attività svolta da tutti e quanto sia fondamentale per ognuno di noi, dal privato cittadino alle istituzioni pubbliche, mantenere sempre alto il livello di attenzione su certi temi. L’amministrazione comunale di Grosseto ha acquistato numerosi defibrillatori da sistemare nei luoghi deputati allo sport: in primis le palestre scolastiche dove svolgono attività fisica gli alunni e gli studenti, nelle ore di lezione del mattino, ma anche le associazioni sportive nelle loro attività pomeridiane e serali. I defibrillatori sono nei luoghi in cui i nostri giovani passano la maggior parte delle loro giornate. E con lo stesso spirito stiamo investendo risorse, per quanto possibile, ma come scelta irrinunciabile, anche per installare nuove postazioni in altri spazi del capoluogo e nelle frazioni”.

“Con questo evento – dichiara Juri Gorelli, presidente di Siena Cuore Onlus – vorremmo rendere grazie a tutti quei cittadini che con senso civico ed altruistico si sono impegnati nei corsi Blsd e hanno contribuito a salvare persone colte da arresto cardiaco, nella convinzione che fare formazione ed informazione in questo campo porta i suoi frutti.”

L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, l’utilizzo del marchio del Consiglio Regionale Toscano, patrocinio del Comune e della Provincia di Grosseto, dell’Usl Toscana Sud Est e 118, Ferpi Toscana, e il sostegno di Atletica Grosseto Banca Tema, Internetfly di Grosseto e Cesvot Area Sud. Siena Cuore Onlus è nata con lo scopo di divulgare la cultura della defibrillazione precoce e di sensibilizzare e promuovere l’uso dei defibrillatori con iniziative di informazione e la donazione di apparecchi acquistati attraverso raccolte fondi. Ha contribuito alla realizzazione del Progetto Vita Siena e Progetto Vita Grosseto.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.