Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I consiglieri chiedono pagamenti on line per mensa scolastica, Tari e Imu: «Così si recuperano le morosità»

FOLLONICA – «Siamo profondamente convinti che la trasformazione digitale del nostro comune sia l’unica via per migliorare la vita dei cittadini, dei professionisti e delle imprese». Affermano i consiglieri comunali Francesco De Luca, Ettore Chirici e Francesco Aquino. «Questo lo affermano anche il Codice dell’amministrazione digitale e il Piano triennale per l’informatica, che purtroppo ancora non hanno trovato compimento in molte amministrazioni dello Stato e degli Enti locali, tra cui non fa eccezione il Comune di Follonica».

«I cittadini hanno bisogno di poter effettuare “online” e in modo semplice e comprensibile tutti i pagamenti, dalla mensa scolastica fino alle sanzioni amministrative, passando attraverso la Tari e l’Imu (che spesso sono vere e proprie odissee, fatte di avvisi di accertamento che arrivano 5 anni dopo, con conguagli salatissimi per il cittadino), per non parlare dell’enorme quantità di carta sprecata in lenzuoli di preamboli burocratici, spesso incomprensibili anche agli addetti ai lavori. Se si semplifica la vita con i pagamenti online spontanei, siamo convinti che saremo in grado di recuperare molte “pendenze” tra comune e contribuenti. Non solo, ma si eviterebbero lunghe e noiose file agli sportelli».

«Tra l’altro, se ci muoviamo in questa direzione, saremo in grado di trattenere i 15.000 euro che la Regione ci assegna per il progetto “villaggi digitali”, che altrimenti andrebbero persi, per mancanza di progettualità nel settore della informatizzazione del comune. Ed è per questo che i consiglieri comunali De Luca, Aquino e Chirici, chiederanno a Sindaco e Giunta con una mozione congiunta al prossimo consiglio, di aderire alla Piattaforma IRIS della Regione Toscana, che consentirà di migliorare il rapporto tra cittadino e Comune, usando strumenti moderni e semplici. Si chiederà inoltre di favorire l’educazione informatica ai cittadini e alle imprese, in modo da rendere il linguaggio digitale una lingua comune della nostra città». Concludono i tre consiglieri comunali di maggioranza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.