Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le Mura diventano accessibili: ecco il progetto che abbatte le barriere architettonche

GROSSETO – Rendere accessibili le Mura Medicee alle persone non deambulanti, permanentemente o temporaneamente, è questo l’obiettivo del nuovo progetto a cui stanno lavorando gli alunni delle classi quarte e terza del Cat, istituto tecnico settore tecnologico indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio “Alessandro Manetti” del Polo Tecnologico Manetti – Porciatti, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro.

Circa 50 i ragazzi coinvolti nel progetto FIABA “I futuri Geometri progettano l’accessibilità”  edizione 2018, patrocinato dal collegio dei geometri di Grosseto, presieduto da Patrizio Sgarbi “Nello specifico è stato individuato di rilevare e progettare l’abbattimento delle barriere architettoniche per l’accesso alle Mura Medicee in prossimità del Cassero Senese – dice Sgarbi – ma da anni seguiamo le attività della scuola, completando l’istruzione dei ragazzi e ci auguriamo che il progetto che stanno realizzando quest’anno veda presto la luce”.

E’ il terzo anno che gli alunni del Cat si confrontano con l’abbattimento delle barriere archittettoniche, come spiega il responsabile del progetto per l’Istituto, il professor Mauro Benedettelli “E’ il terzo anno che i ragazzi si cimentano in progetti di questo genere – illustra – il primo anno abbiamo progettato un intervento in via De Barberi, lo scorso anno, in ambito privato, un intervento in via Galilei per rendere più accessibili i negozi e, quest’anno, ci siamo cimentati in un progetto di valenza pubblica”.

geometri cassero mar

Ragazzi e professori erano sul posto per i rilevamenti questa mattina, a cui seguirà una progettazione che prevede di rendere fruibile l’anello delle mura anche alle persone con disabilità motorie, in quanto le attuali rampe sono troppo ripide per consentire un accesso autonomo “Teniamo a precisare – puntalizza Benedettelli – che le attuali rampe non saranno modificate, eventualmente l’intervento prevederà ulteriori rampe di accesso che andranno a incidere sul verde, senza modificare la struttura delle Mura, che abbiamo scelto come protagonisti del progetto perché ci sembravano un monumento importante da valorizzare e sul quale concentrarsi in modo particolare”.

Il progetto del Cat avrà il sostegno anche dell’Amministrazione Comunale, come sottolinea l’assessore alle politiche sociali, Mirella Milli “Dopo questa prima fase di studio – spiega l’assessore – il progetto sarà inviato alla Soprintendenza che dovrà esprimersi, a quel punto, valutata la fattibilità, potremo capire come proseguire”

Alla presentazione ha partecipato anche il presidente della Fondazione “Il Sole”, Massimiliano Frascino, che ha approfittato dell’occasione per lanciare un’idea sull’accessibilità al Cassero “L’accessibilità per i disabili ai Monumenti in Italia rimane un problema – spiega – tutto si può fare, è una questione di scelte sociali e di quanto si decide di investire. Per esempio, per migliorare l’accessibilità del Cassero, potrebbe essere realizzato un ascensore, che dall’accesso al piano terra porti alle casette cinquecentesche, un intervento non eccessivamente invasivo che renderebbe il luogo più praticabile non solo per le persone non deambulanti, ma anche per quelle con deficit motori meno gravi”.

geometri cassero mar

Nell’alternanza scuola lavoro, il collegio dei geometri ha coinvolto anche le classi quinte del Cat e il prossimo appuntamento per questi ragazzi è il 2 maggio “I ragazzi verranno nella nostra sede – conclude Sgarbi – per una lezione sulle nozioni base del catasto e del Docfa. Questo interesse è stato manifestato da parte dei ragazzi stessi, in seguito al corso di formazione che si è tenuto il 20 aprile alla sala Multicinema del centro Aurelia Antica, tenuto dall’agenzia del territorio insieme al Collegio dei Geometri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.